Secondo il Financial Times, Mosca è disposta a rinunciare alla sua richiesta all’Ucraina di ripulire il suo atto. Ci sono dubbi sul fatto che i colloqui di cessate il fuoco di martedì porteranno a una svolta significativa. In vista dei colloqui di pace di martedì in Turchia, il Financial Times ha riferito che la Russia è pronta a ritirare la sua richiesta per l'”estinzione” dell’Ucraina dalla sua lista di condizioni di cessate il fuoco. Finché Kiev accetterà diverse concessioni di sicurezza, Mosca le consentirà di aderire all’Unione Europea, secondo l’outlet. La bozza del documento di cessate il fuoco non menzionava la “denazificazione” e la “smilitarizzazione” dell’Ucraina, né menzionava la protezione legale per la lingua russa. Le richieste iniziali di cessate il fuoco sono state trasmesse alla stampa dalle autorità turche che cercavano di mediare la pace. Secondo le quattro fonti citate, una delle principali richieste di Putin sarà lasciata a una futura discussione tra Putin e Zelenskyy. In base agli ultimi termini di cessate il fuoco, l’Ucraina riceverà anche garanzie di sicurezza da vari paesi, tra cui Russia, Stati Uniti, Cina, Regno Unito, Canada, Francia, Germania, Israele, Turchia e Polonia, secondo il FT, citando un membro dei negoziati dell’Ucraina squadra, David Arakhamia. Arakhamia ha detto allo sbocco che entrambe le parti erano vicine al raggiungimento di un accordo sulle garanzie di sicurezza e che l’Ucraina era vicina all’adesione all’UE. Vadym Denysenko, consigliere del ministero dell’Interno, ha dichiarato lunedì al Guardian che i colloqui di cessate il fuoco rischiano di essere solo una distrazione e un trucco per ingannare l’Occidente. Non ci sarà alcuna svolta sulle questioni principali, secondo Denysenko. Non ci sono prove a sostegno dell’idea che l’Ucraina sia governata da neonazisti. L’anno scorso, la testata giornalistica ebraica statunitense The Forward ha riferito che l’Ucraina ha dedicato dozzine di strade e monumenti agli ex collaboratori nazisti della seconda guerra mondiale. Secondo il Wall Street Journal, Putin ha usato la storia della seconda guerra mondiale per giustificare la sua invasione dell’Ucraina.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.