Il Presidente dell’Ucraina parlerà questa mattina in collegamento con Camera e Senato, per convincerli a non candidarsi per aderire alla NATO a condizione che sia garantito un cessate il fuoco, che la Russia ritiri le sue truppe e che le garanzie per la propria sicurezza siano stabilito. “UN COMPROMESSO PER TUTTI” “E’ un compromesso per tutti”, ha argomentato il capo dello Stato: “Per l’Occidente, che non sa come comportarsi con noi nei confronti della Nato; per l’Ucraina, che chiede garanzie di sicurezza; per La Russia, che non vuole ulteriore espansione della Nato”. Zelensky ha detto che parlerà davanti alla Camera e al Senato alle 11 di oggi, sulla base di un cessate il fuoco e specifiche assicurazioni militari e di difesa, per discutere lo stato delle regioni. Alla vigilia dell’intervento del presidente ucraino in collegamento video con il parlamento italiano, le dichiarazioni sono state rilasciate ieri sera.