Roman è vicino alla sua barca. Global Ports Holding, un operatore portuale con sede nel Regno Unito, è accusato di aver violato le leggi sulle sanzioni. Il 21 marzo il superyacht da 600 milioni di dollari di Roman Abramovich ha attraccato in Turchia. Ci sono stati colloqui di pace tra Russia e Ucraina. Un operatore portuale con sede a Londra è accusato di aver violato le leggi sulle sanzioni consentendo a superyacht appartenenti a un miliardario russo di attraccare in Turchia. Il più grande operatore crocieristico del mondo, Global Ports Holding, gestisce il molo di Bodrum, nel sud-ovest della Turchia. Secondo James Jaffa, fondatore dello studio legale specializzato in superyacht Jaffa & Co, la proprietà potrebbe essere stata trasferita silenziosamente a un individuo che non era nell’elenco delle sanzioni prima dell’imposizione delle restrizioni. La sanzione per la violazione delle sanzioni potrebbe essere una pena detentiva per i dirigenti e una grossa multa per un’azienda. Benjamin Malty, partner di uno studio legale, ritiene che l’operatore portuale non stesse facendo nulla di sbagliato perché il recente divieto alle navi russe di entrare nei porti britannici non si applicava al di fuori del Regno Unito. Le sanzioni imposte ai più stretti alleati del presidente russo Vladimir Putin hanno portato al controllo di Roman Abramovich, il proprietario della nave di 461 piedi. Il proprietario di una squadra di calcio è stato visto ai colloqui di pace. Secondo i rapporti, il proprietario di quattro superyacht è Roman Abramovich. L’Eclipse da 700 milioni di dollari è ormeggiata in Turchia, insieme ad altre due navi ormeggiate nei Caraibi.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.