Nel periodo dal 20 febbraio al 22 marzo la Rt media è stata pari a 0,94, in aumento rispetto alla settimana precedente e al di sotto della soglia epidemica. L’8 marzo il trendRT è al di sopra della soglia epidemica. Questi sono alcuni dei principali dati che provengono dal monitoraggio della sala di controllo. Ci sono quattro regioni che sono classificate come ad alto rischio. Secondo il DM 30 aprile 2020, la ppaa è classificata a basso rischio. 17 regioni segnalano almeno un avviso di resilienza. La sala di controllo Iss-Ministero della Salute sul Covid-19 è stata monitorata. Nove regioni sono sopra la soglia di allerta del 15% per l’occupazione dei reparti da pazienti Covid: Abruzzo (19%), Basilicata (23,4%), Calabria (31,3%), Lazio (16,1%), Marche (16,4%), Puglia (18,8%), Sardegna (21%), Sicilia (23,3%) e Umbria (27,6%). Non c’è Regione che superi la soglia di allerta del 10% per l’impiego in terapia intensiva. Le 3 regioni con la più alta incidenza di coronavirus sono Puglia, Calabria e Umbria.