Serhiy Prytula ha pubblicato un video in cui chiedeva aiuto ai militari. Ha detto che proveniva da un aereo da guerra russo abbattuto da un caccia ucraino che faceva parte di un’unità che cacciava veicoli e aerei nemici su camioncini. In un post su Facebook dell’8 marzo, il signor Prytula ha affermato che i suoi uomini stavano bruciando veicoli nemici. Se hai un camioncino fuoristrada, ti preghiamo di darcelo o lo compreremo per te. Il comico e conduttore televisivo 40enne è una figura di spicco nello sforzo di base per equipaggiare le forze armate ucraine per combattere la Russia. Il signor Prytula, che afferma che la sua organizzazione ha raccolto l’equivalente di 8,5 milioni di dollari nel mese dall’inizio del conflitto, sta cercando di colmare le lacune in attrezzature non letali. La forza d’invasione russa meglio equipaggiata è stata fermata in molte parti del paese grazie allo sforzo. L’edizione interattiva del Wall Street Journal Mr. Prytula ha avviato il suo fondo dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina orientale. Ha trasportato giubbotti antiproiettile, droni e altre attrezzature in prima linea e ha pubblicato video sui social media per conquistare la fiducia di soldati e donatori. Il secondo giorno di guerra, il signor Prytula ha pubblicato una foto di 100 droni acquistati per $ 250.000. Il signor Prytula ha lanciato una richiesta di forniture dai farmaci ai lacci emostatici e agli stivali invernali. I camion di rifornimenti nemici possono essere colpiti di notte con i droni. Ci sono forniture mediche nella sede di beneficenza di Serhiy Prytula. Daniel Bilak, un avvocato canadese-ucraino, ha contribuito a raccogliere fondi per acquistare giubbotti antiproiettile ed elmetti per centinaia di soldati civili che prestano servizio nelle forze di difesa territoriale dove vive alla periferia di Kiev. Alcuni governi stranieri richiedono licenze di esportazione per elmetti e giubbotti antiproiettile di livello militare, il che rallenta gli sforzi. Artem Popyk, un residente ucraino di Varsavia, iniziò a ricevere cibo, forniture mediche e equipaggiamento militare da amici in tutta Europa all’inizio della guerra. Il signor Popyk ha trovato Viktor Baginskyi, un collega ucraino, su Facebook. Il signor Baginskyi e circa una dozzina di altri hanno caricato scatole etichettate in un mix di inglese, polacco e ucraino da due furgoni su un treno. Il signor Baginskyi ha detto che non sempre sa cosa c’è nelle scatole, alcune sono etichettate come “siringhe” e altre sono “militari”. Il primo giorno di guerra, chiamò il signor Baginskyi e gli chiese di fare due o tre scatole. La signora Koval ha trascorso tutti i giorni della guerra tranne quattro su un treno passeggeri pieno di materiale per lo sforzo bellico. All’uscita dall’Ucraina, il treno è pieno di donne e bambini, ha detto la signora Koval. Torna in Ucraina con un trasporto completo di forniture mediche e militari. Un collega sul treno ha acquistato un appartamento in una città che è stata circondata dalle truppe russe e gravemente danneggiata.