Martedì i rendimenti dei titoli di Stato sono aumentati, poiché gli investitori hanno scrollato di dosso i timori che l’aumento dell’inflazione trascinerà l’economia in una recessione. I benchmark azionari hanno chiuso in ribasso lunedì dopo che il presidente della Federal Reserve ha affermato che la banca centrale era pronta ad aumentare i tassi di interesse se necessario per domare l’inflazione. Il messaggio emerso dalla riunione della Fed la scorsa settimana è che inaspriranno la politica monetaria, ma l’economia statunitense è abbastanza resiliente da sopravvivere, secondo Huw Roberts, capo dell’analisi di Quant Insight. Martedì ha visto i guadagni dei titoli delle comunicazioni e della tecnologia colpiti all’inizio di quest’anno, così come le azioni di banche e altre società finanziarie pronte a beneficiare di tassi di interesse a lungo termine più elevati. Il mercato sembra confuso come chiunque altro. Il rendimento della nota di riferimento è vicino al livello più alto da maggio 2019. Quando i prezzi delle obbligazioni scendono, i rendimenti aumentano. Nell’ultimo mese, gli investitori hanno cercato di valutare l’impatto economico della guerra russa in Ucraina, poiché azioni, obbligazioni, materie prime e valute sono state colpite dalla frusta. Molti investitori temono che la guerra possa arrestare la crescita economica negli Stati Uniti e in Europa. Ha detto che la Fed assumerà una posizione più restrittiva, se necessario. Gli economisti di Goldman Sachs hanno affermato in una nota che ora si aspettano aumenti di mezzo punto percentuale in entrambi gli incontri della Fed di maggio e giugno. Il lato della crescita economica delle cose è la grande variabile. Molti investitori tengono d’occhio la curva dei rendimenti, che misura lo spread tra i tassi a breve ea lungo termine ed è spesso vista come un forte indicatore del sentiment sulle prospettive di crescita economica. L’attività manifatturiera nella regione dell’Atlantico centrale è rimbalzata a marzo dopo essere cresciuta marginalmente a febbraio, secondo i dati della Federal Reserve Bank di Richmond. Mosse simili in Europa hanno portato a un aumento delle azioni delle banche. I titoli finanziari hanno contribuito a guidare i guadagni dell’S&P 500. La curva dei rendimenti del Tesoro USA è stata vista per decenni come un segnale di avvertimento di recessione e sembra che stia per illuminarsi di nuovo. Jack Ablin, chief investment officer di Cresset Capital, ha affermato che la curva dei rendimenti probabilmente si inasprisce oggi.