Dopo che Biden ha annunciato il più grande rilascio di forniture mai realizzato dalle riserve di emergenza statunitensi, il petrolio è stato scambiato al di sotto di $ 105. Negli ultimi sei mesi, l’amministrazione Biden ha rilasciato 180 milioni di barili di greggio statunitense. L’Agenzia internazionale per l’energia dovrebbe decidere un rilascio collettivo più avanti nel giorno dopo che il presidente Joe Biden ha annunciato il più grande rilascio di forniture mai realizzato dalle scorte statunitensi. I due sono scesi di circa lo 0,7% all’inizio della giornata. Il calo dei prezzi è dovuto all’annuncio di Biden che 180 milioni di barili senza precedenti saranno rilasciati dalle riserve petrolifere strategiche del paese tra maggio e ottobre. Il governo degli Stati Uniti rilascerà 1 milione di barili di greggio ogni giorno per i prossimi sei mesi dalla sua riserva strategica di petrolio, secondo Biden. Il rilascio di Biden equivale a due giorni di domanda globale e dovrebbe temperare il mercato. Si stima che il petrolio russo andrà perso nei mercati globali a causa delle sanzioni di circa 3 milioni di barili al giorno. Alle 8 di venerdì, i paesi membri dell’AIE si incontreranno. Ci sarà un rilascio di riserve di emergenza. Giovedì, l’Organizzazione dei paesi esportatori di petrolio ei suoi alleati hanno concordato di aumentare la produzione di petrolio di ulteriori 430.000 barili al giorno a maggio. Fritsch ha detto che è in linea con l’accordo della scorsa estate. Il gruppo ha resistito alle richieste degli Stati Uniti e dell’IEA di pompare più greggio per raffreddare i prezzi che sono saliti ai massimi di un decennio dopo le sanzioni occidentali imposte alla Russia per l’invasione dell’Ucraina. L’IEA è stata eliminata dall’elenco delle fonti di dati attendibili.