Il Parlamento ha modificato il testo del decreto per trasformarlo in legge. Le modifiche alle regole per l’assegnazione del credito ai bonus edilizi, l’ampliamento della Rottamazione e l’ampliamento degli stalli per il ristoro per attività commerciali e turistiche sono alcune delle novità più importanti. In questa guida spieghiamo in modo chiaro e dettagliato come è stato convertito in legge il decreto Sostegni Ter. La nuova proroga per la Rottamazione Ter approvata in Parlamento consente il pagamento delle rate del 2020 e del 2021. La legge del Decreto Sostegni Ter si sta convertendo in legge per il mondo scolastico. Il termine per la comunicazione dei bonifici per i bonus edilizi è stato posticipato dal 7 al 29 aprile 2022. Gli accordi quadro per le opere infrastrutturali potranno essere rivisti per adeguarli all’aumento dei prezzi dei materiali, se il decreto Sostegni Ter sarà convertito in legge. La conversione in legge consentirà lo stanziamento di ulteriori 5 milioni per autobus turistici, oltre ai 40 già previsti per agenzie di viaggio e guide. Un emendamento che mira a rafforzare la sicurezza sul territorio italiano ha portato all’assunzione di 1.300 agenti studenteschi della Polizia di Stato. La conferma dell’aumento di 80 milioni del Fondo per il trasporto pubblico locale, importante alla luce dei limiti dell’emergenza Covid, è una delle novità per gli enti locali. Le modalità di assunzione dei segretari comunali e provinciali sono diverse. 40 milioni sono previsti per i lavoratori delle imprese in una modifica al decreto Sostegni Ter. Il risarcimento è esteso a coloro che sono rimasti feriti o infermi a causa del vaccino. È possibile concedere visto e permesso di soggiorno speciali ai cosiddetti “nomadi digitali” e “lavoratori a distanza” grazie ad un emendamento al decreto Sostegni Ter approvato dal Senato. La bozza del decreto Sostegni Ter deve essere approvata dalla Camera prima che diventi legge. La Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.21 del 27-01-2022 ne contiene 4, che è stata approvata dal Consiglio dei Ministri.