La battaglia per la città portuale meridionale di Mariupol si è intensificata martedì con i civili in fuga che descrivono le forze russe e ucraine bloccate in una guerra strada per strada attraverso il centro della città mentre gli scioperi di Mosca hanno sventrato interi quartieri. La Russia è sul punto di prendere Mariupol, la prima grande città a cadere sotto il suo controllo, quasi un mese dopo aver invaso l’Ucraina. La famiglia è fuggita da Mariupol in due veicoli con i propri effetti personali legati al tetto e un’icona religiosa sul cruscotto, pregando per un passaggio sicuro durante l’avvicinamento a ciascun posto di blocco russo. Ci sono condomini in fiamme a Mariupol, che è al centro dell’offensiva russa. Le truppe russe sono su una strada vicino a Mariupol. Centinaia di persone di Mariupol ora arrivano ogni giorno a Zaporizhzhia in una cupa processione di auto con parabrezza in frantumi e schegge danneggiate che parlano ai loro passeggeri. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che circa 100.000 persone sono in un blocco senza cibo, acqua o medicine. Il ministero della Difesa russo ha dichiarato martedì di aver compiuto progressi nella battaglia per le città lungo le sue linee di attacco. Il presidente Biden si dirigerà in Europa mercoledì per colloqui con gli alleati sulla guerra e si prepara a lanciare nuove sanzioni sulla maggior parte dei membri della Duma di Stato russa, hanno detto funzionari statunitensi. Mariupol è stata al centro dell’offensiva russa perché è una città strategicamente importante che collega le parti dell’Ucraina orientale controllate dalla Russia con una fascia di territorio che Mosca ha conquistato nel sud e crea un arco contenente gran parte della popolazione di lingua russa del paese. Flussi di auto provenienti da Mariupol si fermano nel parcheggio di un negozio di ferramenta alla periferia di Zaporizhzhia, come stazione di passaggio per le persone che fuggono verso la salvezza più a ovest o all’estero. Più di una dozzina di residenti fuggiti dalla scorsa settimana hanno descritto una lotta disperata per rimanere in vita in una città in cui avventurarsi all’esterno significava essere esposti a colpi di arma da fuoco, fatti a pezzi dal fuoco o cancellati in un attacco aereo. “Stanno praticamente cancellando la città dalla faccia della terra”, ha detto Andriy, 37 anni, che lunedì ha rischiato durante una pausa nel bombardamento ed è fuggito con sua moglie e due figli. C’è stato un abbraccio quando i rifugiati sono arrivati ​​nella Repubblica Ceca. Il bombardamento della città tra 350.000 e 400.000 residenti diventava di giorno in giorno più pesante e più vicino. La Russia ha fatto piovere da 50 a 100 bombe al giorno su Mariupol, distruggendo tra l’80% e il 90% della città. Una motovedetta russa e un complesso radiofonico russo sono stati distrutti da coloro che difendevano la città, secondo i funzionari militari ucraini. Centinaia di persone sono rimaste intrappolate nel teatro e nella scuola d’arte a causa dei combattimenti. Nella foto è raffigurato un membro delle forze filo-russe. Secondo le autorità ucraine, le persone di Mariupol e delle aree circostanti saranno evacuate nella città di Zaporizhzhia. Il governo ucraino ha respinto la scadenza della Russia per deporre armi a Mariupol, una telecamera di sicurezza ha ripreso l’attacco a un centro commerciale a Kiev e le Nazioni Unite hanno affermato che la guerra ha costretto 10 milioni di persone a fuggire dalle proprie case. Con l’intensificarsi dei bombardamenti, le persone le cui case erano state distrutte hanno cercato rifugio nell’area sempre più piccola della città controllata dalle forze ucraine. Le persone che sono fuggite dalla città dopo che le forze russe hanno preso il controllo del principale ospedale di terapia intensiva affermano che non c’era nessun posto dove curare i feriti. Il signor Trofymenko è il capo della Mariupol State University. Shvets, un impiegato della dogana che è fuggito dalla città diversi giorni fa, ha detto che i carrelli dei supermercati sono stati usati per trasportare i corpi. I suoi genitori sono rimasti a Mariupol e sono stati in grado di contattarlo martedì, dicendo che le forze ucraine erano state spinte nell’ultimo distretto della città e intorno a loro infuriavano combattimenti. È difficile immaginare quante persone siano morte nei combattimenti in Ucraina. Lunedì le truppe russe erano vicino alla città portuale assediata di Mariupol. Un condominio è stato danneggiato in un bombardamento. La gente scava una fossa a Mariupol, in Ucraina. Se rimane ucraino, la signora Poluiko ha detto che sono disposte a vivere tra le rovine.