David Perdue ha detto ai massimi aiutanti repubblicani che il partito aveva bisogno di lavorare. Tuttavia, Perdue ha continuato a discutere la strategia di affluenza alle urne ai consiglieri nella cerchia di Trump, ma è stato in gran parte respinto dai conservatori che ritenevano che il partito rimanesse dominante nello stato. Il libro diceva che Perdue aveva perseguitato la squadra di Trump per intensificare il proprio gioco in Georgia, solo per ottenere rassicurazioni sul fatto che avrebbe vinto facilmente. Bill Stepien, il manager della campagna di Trump, pensava che il presidente fosse in regola nello stato. Perdue ha ricevuto i dati degli elettori dalla sua campagna che hanno mostrato la vacillazione della sua posizione elettorale; il senatore ha visto numeri di voto anticipato e assente “abissali” provenienti da alcune delle parti più conservatrici dello stato. Perdue ha chiesto a Trump di pianificare una linea d’azione prima delle elezioni e di discutere ciò che gli stavano dicendo i membri dello staff della sua campagna. I sondaggi mostrano che la corsa in Georgia è pari, ha detto al presidente. Perdue raramente ha richiesto favori a Trump secondo il libro. Il libro diceva che aveva detto al senatore che avrebbe fatto un’ultima sosta ai box in Georgia, anche se i suoi consiglieri dicevano che era una perdita di tempo. In Georgia, prima delle elezioni era già stato espresso un record di 1,3 milioni di schede elettorali. A questo punto, i repubblicani stavano prestando più attenzione ai numeri di affluenza alle urne, ma l’intero pool di elettori non era più in palio. Perdue è uscito in vantaggio nella sua corsa contro Jon Ossoff, ma si è seduto al 49,7% dei voti, appena al di sotto della maggioranza necessaria per vincere il seggio. Il reverendo e il senatore Kelly Loeffler sarebbero andati a una seconda elezione. La seconda corsa al Senato ha un nuovo candidato democratico. Nel gennaio 2021, Perdue e Loeffler hanno perso le elezioni al Senato a causa della bassa affluenza alle urne nelle aree rurali e dell’incapacità di Trump di concentrarsi sulle loro razze.