Dal 1 aprile non dovremo più preoccuparci delle complicate regole per lo scorbuto in Italia a causa della crescente incidenza dei casi di triESTE Covid. Per i più piccoli e per chi va a scuola. La fine dello stato di emergenza il 31 marzo, dopo due anni e due mesi, ha rappresentato il culmine del percorso verso la normalizzazione. Papà starebbe a scuola solo per chi ha contratto la malattia dopo il 1 aprile perché l’obbligo di isolamento resta solo per chi è stato esposto. Chi è positivo al Covid resterà a casa. Qualora un certificato medico dimostri che sono in condizione di farlo, i positivi e i sintomatici potranno seguire le lezioni a distanza. In tutte le scuole, anche con almeno quattro casi positivi tra gli alunni di una classe, prosegue l’attività didattica per tutti in presenza con l’uso delle mascherine, solo le insegnanti degli asili nido. Il presidente del Consiglio ha affermato che l’obiettivo del governo era il ritorno alla normalità e che le misure approvate oggi sanzionano questa situazione. Le regole sono in aggiornamento per l’intera popolazione. Se hai avuto contatti stretti con un positivo, non devi stare in isolamento, ma devi indossare le Ffp2 in caso di assembramenti. Dovresti ottenere un campione di saliva 5 giorni dopo il contatto.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.