L’azienda fondata da Rocco De Lucia, che la guida con la moglie Barbara Burioli, è stata strappata ai suoi brevetti. I soldi dovuti per lo sfruttamento di brevetti, modelli di utilità e design, i cui titolari sono società di nazionalità o hanno sede in Paesi che hanno sanzionato la decisione, non saranno più pagati dal governo russo dal 7 marzo. Il governo russo ha introdotto una modifica all’articolo del codice civile russo sulla licenza obbligatoria dei diritti di brevetto, modello di utilità e design senza il permesso del titolare. “Con molte aziende, possiamo solo assistere all’atto di forza di Mosca che ha rubato i nostri brevetti, sviluppati e depositati in territorio russo negli anni e tra tanti sacrifici – commentano i proprietari di Siropack”.