Uno stage e una borsa di studio di 500 euro sono inseriti in un progetto formativo in Campania per diventare Operatore di Ceramica Artigianale. E’ stato pubblicato il bando “Ceramica di Vietri: i giovani- creatività artistica e sviluppo imprenditoriale” per la realizzazione dell’intervento “Istituzione scolastica e attività di formazione per la ceramica vietrese”. L’intervento è promosso dalla Regione Campania e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il supporto dell’Azienda Sviluppo Campania. L’obiettivo è quello di tramandare l’artigianato artistico della Ceramica di Vietri alla prossima generazione attraverso un percorso formativo gratuito e un passaggio di testimone da parte dei Maestri delle 48 officine. La fase formativa, della durata complessiva di 600 ore, prevede: Per maggiori dettagli si prega di leggere l’avviso pubblico scaricabile a fine articolo. La borsa di studio sarà assegnata agli studenti che avranno completato con successo il corso e conseguito tutte le Unità di competenza di cui all’Abilitazione Professionale di “Operatore artigianale di ceramica”. I cittadini stranieri devono essere in possesso di un certificato di conoscenza della lingua italiana di livello non inferiore all’A2 del QCER, ad eccezione di coloro che hanno conseguito un diploma di istruzione in Italia. Il corso per diventare operatore della ceramica artigianale in Campania è gratuito e durerà 600 ore. Palazzo Punzi è la sede della Scuola. I candidati saranno selezionati attraverso un colloquio, durante il quale verranno valutati: Al termine del percorso formativo, potranno sostenere gli esami finali gli studenti che avranno conseguito una frequenza al corso non inferiore all’80% del monte ore complessivo per ottenere l’attestato di qualifica professionale “operatore di. La domanda per il corso gratuito in Campania “Operatore Ceramica Artigianale” va fatta tramite l’applicazione informatica presente sul sito di Sviluppo Campania entro le ore 16.00 del 19 aprile 2022. Gli elenchi degli ammessi alle selezioni saranno pubblicati sul sito Campania Sviluppo e sul portale dedicato alle Politiche giovanili della Regione Campania.