Le persone aspettano allo Zaporizhzhya State Circus per il trasporto in altre aree della città. Un fotoreporter che ha documentato le persone in fuga da Mariupol ha detto di aver visto una lunga fila di auto danneggiate e alcune con nastri bianchi e cartelli di carta. Le immagini degli ucraini che arrivano da Mariupol in un centro commerciale a Zaporizhzhia sono state scattate da Emre Caylak. Le auto avevano nastri bianchi legati e cartelli sul finestrino che dicevano “bambino”. Le immagini sono di Emre CaylAK. Emre ha detto che questa donna continuava a piangere. Le immagini sono di Emre CaylAK dell’Agence Francais. Le auto che lasciavano Mariupol hanno dovuto essere registrate ed Emre ha detto che era una scena molto comune. C’erano molte macchine che erano state distrutte dai bombardamenti. Emre ha detto che usano sacchetti di carta per metterlo alle finestre. Le persone con cui Emre ha parlato hanno detto che le loro auto sono state colpite. La gente a Mariupol non si aspettava che l’invasione sarebbe avvenuta, ha detto Emre. La gente a Mariupol non aveva riscaldamento o cibo nelle settimane successive all’attacco, secondo Emre. Dicono che lì faceva davvero freddo e che non avevano riscaldamento per molto tempo. Una donna fuggita da Mariupol ha aspettato nel centro commerciale per parlare con gli ufficiali dopo l’invasione. Le persone anziane inizierebbero a piangere, secondo Emre. Le immagini sono di Emre CaylAK dell’Agence Francais. Un secondo rideva e quello dopo piangeva.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.