In Italia ci sono più servizi di streaming in abbonamento. A breve arriverà la Paramount+, almeno inizialmente inclusa in Sky, e non è escluso che presto altre etichette abbiano la brillante idea di lanciarne altre. In questo articolo abbiamo raccolto informazioni sui costi dei principali servizi di streaming, oltre ad altri dettagli utili come la risoluzione dei contenuti e i dispositivi compatibili. Quando si tratta di servizi di streaming, è abbastanza facile, ma non è facile quando si tratta di altri servizi. La tabella riepilogativa mostra i prezzi, il numero di schermate su cui è possibile riprodurre contemporaneamente i contenuti, la risoluzione e il numero di contenuti a catalogo. Altre fonti confermano che si tratta di dati non ufficiali. Se i servizi di streaming in Italia sono stati sdoganati è per via del suo arrivo. Il piano Premium che permette la visualizzazione su 4 dispositivi contemporaneamente è tra i più costosi tra quelli in analisi. È quello che ha il maggior numero di contenuti, con circa 3.000 film e 1.200 serie TV. Negli ultimi anni, l’azienda si è concentrata maggiormente sui contenuti originali. Netflix è compatibile con un’ampia varietà di dispositivi: lettori multimediali in streaming, Smart TV, Android TV, console, box, dongle, lettori Blu-ray, smartphone e tablet Android o iOS, PC, browser. È il più economico, non solo per il prezzo, ma anche per il fatto che è incluso in un servizio più ampio (Amazon Prime) che include molti vantaggi. In Italia ci sono quasi 4.800 film, 540 serie tv, 540 documentari e 580 contenuti per bambini. ABBONATI A PRIME Prime Video è compatibile con un’ampia varietà di dispositivi, inclusi quelli prodotti dalla stessa Amazon, lettori Blu-ray, smart TV, Android TV, console, smartphone e tablet, decoder e TV box. Grazie a quelli di FOX, Disney’s può già contare su quasi duemila contenuti, che lo rendono uno dei servizi di streaming più giovani d’Italia. Non confonderlo con un servizio per bambini, ci sono molti contenuti originali. Il conteggio dei contenuti è leggermente inferiore rispetto ad altri fornitori di video. Disney+ è compatibile con smartphone e tablet Windows, macOS, Chrome OS, Android e iOS, console (escluso Nintendo Switch), dongle come Fire TV e Chromecast, dispositivi Android TV, Apple TV e Smart TV selezionati. Si potrebbe quasi definire la versione economica di Sky. Anche sulle Smart TV, ADESSO funziona, e i prezzi sono un po’ variabili. Un pacchetto Cinema + Intrattenimento per un anno è disponibile a 89,99, con un risparmio del 50%. Anche se la visualizzazione è possibile solo su 2 schermi, c’è un vincolo sul numero di dispositivi da associare all’account e i contenuti vengono riprodotti in HD. Puoi guardare i contenuti Mediaset in streaming senza spendere un centesimo se ti colleghi al sito oldInfinity. Puoi abbonarti al servizio a pagamento che offre cinema, serie TV e il grande calcio europeo. Se risparmi un mese, puoi pagare 39 per 6 mesi o 69 per l’anno. Su PC e Mac, così come sulle più recenti Smart TV di artisti del calibro di Hisense e Hisense, c’è un’opzione per avere Infinity +. Se non sei cliente TIM, puoi comunque abbonarti al pacchetto base che comprende TIMVISION e TIMVISION Box a 6,99 al mese. Per 44,99 al mese puoi fare un pacchetto con TIMVISION, Disney + e altri servizi. Il documento relativo alle condizioni economiche di TIM è stato utilizzato per conoscere il numero di dispositivi su cui è possibile guardare i contenuti contemporaneamente. TIMVISION è compatibile con tutte le smart TV da inizio anno a fine anno, con telefoni, tablet, PC e Apple TV. A causa della recente acquisizione, il catalogo è destinato a crescere, ma in realtà si tratta di un servizio di streaming dedicato a una nicchia. 4,99 al mese con visualizzazione su massimo uno schermo; 6,49 al mese con visualizzazione su 4 dispositivi contemporaneamente anche offline; e 64,99 all’anno, identici a 6,49 con uno sconto del 16% su base annua, sono i tre abbonamenti. Quando si tratta di qualità video, le anime sono solitamente in 480p, ma se la sorgente video è in HD, vengono fornite anche qualità HD e full HD. È uno dei pochi compatibili con Nintendo Switch ed è compatibile con la maggior parte dei dispositivi di intrattenimento. Discovery + è uno degli ultimi servizi di streaming che include contenuti di canali come Real Time, DMAX, Nove, HGTV, Food Network, Motor Trend, Giallo, K2 e Frisbee, oltre a contenuti di Discovery Channel, Discovery Science, Investigation Discovery e Scoperta + Originale. I contenuti di Discovery costano 3,99 al mese e se si aggiunge lo sport si arriva a 7,99) al mese. È difficile classificarlo poiché è un mix di canali live e on demand. Discovery + è disponibile su un’ampia gamma di dispositivi, inclusi telefoni, tablet, browser desktop e TV. Le console non sono al momento compatibili, secondo il sito di supporto del servizio. Due outsider sono infatti servizi di streaming gratuiti. Sono stati inclusi per confrontare la qualità del flusso video e il numero di contenuti. Qualche giorno fa la Disney ha annunciato che offrirà un nuovo tipo di abbonamento, più economico di quello base, ma con pubblicità. Con una possibile perdita di iscritti a causa delle nuove misure per ostacolare la condivisione degli account, non sappiamo se questa verrà mai proposta dall’azienda. Il piano Premium con 4 schermi e risoluzione 4K è il piano più costoso, con un costo di 17 al mese. Va confrontato con il servizio Sky, che prevede sempre l’utilizzo su due schermi, e il piano Standard, che include il full HD e l’utilizzo su due schermi contemporaneamente, ad esempio. Prime Video costa 3,99 al mese o 36 all’anno. Se sei un fan dei film sulla piattaforma Amazon, ne troverai ancora di più, poiché è seconda solo a Netflix per numero di contenuti. Ci sono regole sulla condivisione dei contenuti che ne rendono facile l’utilizzo anche al di fuori della famiglia, e lo streaming video non è affatto male. I problemi di gestione dei contenuti sono evidenti nella sezione Cerca del servizio. I film che possono essere noleggiati o acquistati su Prime Video sono spesso mischiati a quelli inclusi nell’abbonamento. Non c’è motivo di lamentarsi di ciò per cui paghi e di tutti gli altri servizi che include.