Le riprese video sembravano mostrare le truppe russe che aprivano il fuoco su una folla di manifestanti ucraini a Kherson. La città dell’Ucraina meridionale è stata la prima a cadere. Soldati russi hanno sparato a una folla di manifestanti pacifici nella città ucraina di Kherson. Riprese video e fotografie sui social media sembrano mostrare le truppe russe che sparano ai manifestanti nel centro della città. Le persone sarebbero rimaste ferite, secondo il rapporto. La prima città ucraina a cadere in mano ai russi fu la città portuale meridionale di Kherson. Decine di ucraini sono scesi in piazza ogni giorno per protestare contro l’occupazione russa della città. Secondo il Times, un attivista di Kherson ha detto loro che i manifestanti stavano protestando contro la presunta deturpazione di un monumento locale da parte dei soldati russi. Ned Price, un portavoce del Dipartimento di Stato, ha risposto alle violenze con un video che mostra le persone che corrono per le strade. Civili disarmati a Kherson protestano pacificamente contro i russi.