Dopo circa un mese di navigazione, il convoglio trasporterà il Modulo Accomodation della piattaforma Tyra II nell’omonimo sito nel Mare del Nord. Questa piattaforma è stata realizzata da Rosetti Marino S.p. dopo lo scorso 18 febbraio. A. di Ravenna è stato caricato sulla chiatta che lo porterà a destinazione. – La Danimarca diventa indipendente dalle importazioni di gas naturale dall’estero, obiettivo sul quale sarebbe utile anche per l’Italia avviare, senza ulteriori indugi, una seria riflessione sul potenziale, purtroppo attualmente inutilizzato, dei nostri importanti giacimenti di gas naturale e sui benefici di una maggiore sicurezza energetica, ricchezza e occupazione che deriverebbero al nostro Paese se queste venissero adeguatamente sfruttate”. La più grande gru galleggiante del mondo si trova 200 km a nord-ovest della città di Esbjerg. Dopo circa tre mesi inizieranno i lavori di avviamento della piattaforma, durante i quali verrà effettuato l’intero funzionamento futuro dell’impianto. Alto più di 55 metri, Tyra II è stato progettato e realizzato con l’attenzione alle esigenze di chi soggiorna in mare aperto lontano da casa. Le 80 cabine singole con vista mare sono dotate di arredi di alta qualità e design, affiancate da un’area ricreativa all’aperto, mensa, vari saloni, sauna, sala fitness e un’area comune attrezzata. Dopo oltre 2.800.000 di ore lavorate e picchi giornalieri di 600 persone impiegate nella sola costruzione, la piattaforma è ora pronta a lasciare l’Italia per la sua destinazione finale, nel giacimento di gas offshore “Tyra” nelle acque di interesse economico danese.