Le crescenti speranze che potremmo in qualche modo accelerare quei processi naturali per aumentare la quantità di assorbimento degli oceani, contribuendo a rallentare il cambiamento climatico ha suscitato crescenti speranze che potremmo in qualche modo accelerare quei processi naturali per aumentare la quantità di assorbimento degli oceani, contribuendo a rallentare il cambiamento climatico . L’aggiunta di olivina macinata dovrebbe aumentare l’alcalinità dell’acqua di mare, che aiuta a convertire il carbonio nell’acqua in una forma stabile e consente agli oceani di assorbire più anidride carbonica dall’atmosfera. Uno studio recente ha rilevato che la dissoluzione dell’olivina nell’acqua di mare artificiale ha prodotto un aumento dell’alcalinità inferiore al previsto. Non ci si aspettava che i risultati per altri minerali aumentassero l’alcalinità oceanica. Ci sono dubbi sulla coltivazione di alghe e sull’affondamento per aspirare e immagazzinare carbonio nell’oceano. Il mondo potrebbe aver bisogno di rimuovere 10 miliardi di tonnellate di carbonio all’anno entro la metà del secolo per limitare il riscaldamento a 2°C. Secondo il gruppo di ricerca Ocean Visions, l’aumento dell’alcalinità degli oceani potrebbe rimuovere decine di miliardi di tonnellate all’anno. Secondo Michael Fuhr, uno degli autori dello studio sull’olivina e dottorando presso GEOMAR, i loro risultati suggeriscono che questo approccio non è così facile come previsto fino ad ora. Green afferma che la speranza è di vendere alla fine crediti di carbonio per la rimozione dei gas serra. Più di una startup sta lavorando su altri modi per aumentare l’alcalinità degli oceani. Un programma di ricerca statunitense da 125 milioni di dollari è stato richiesto dalle National Academies per studiare se potremmo aumentare o accelerare questi processi, identificare gli effetti collaterali ambientali e capire come misurare e verificare in modo affidabile la rimozione del carbonio.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.