Il governo ucraino all’inizio di lunedì ha respinto una richiesta russa di consegnare la città portuale di Mariupol, poiché Mosca sembra cambiare il suo piano di battaglia per costringere Kiev ad accettare le sue rivendicazioni nel sud e nell’est del paese. Secondo Interfax, il capo del Centro di controllo della difesa nazionale del ministero della Difesa ha affermato che Kiev deve rispondere all’offerta della Russia entro le 5 del mattino, ora di Mosca, di lunedì. Il governo ucraino ha affermato di rifiutare la richiesta della Russia di consegnare Mariupol. Il governo ucraino ha respinto la scadenza della Russia per deporre armi a Mariupol, le Nazioni Unite hanno affermato che la guerra ha costretto 10 milioni di persone ad abbandonare le loro case e il segretario alla Difesa degli Stati Uniti ha affermato che Mosca stava deliberatamente prendendo di mira i centri abitati. La Russia è passata a bombardare aree civili per fare pressione sul governo di Kiev affinché concedesse concessioni, poiché l’offensiva militare contro l’Ucraina si è interrotta. Almeno sei persone sono state uccise in un centro commerciale bombardato dalle forze russe. L’operazione militare russa sta procedendo lungo tre fronti: a nord dalla penisola di Crimea che la Russia ha annesso all’Ucraina nel 2014, a sud dalla Bielorussia verso la capitale Kiev e ad est dalle aree occupate nel sud dell’Ucraina verso Mykolaiv e. L’ultimo ultimatum è arrivato quando alti funzionari statunitensi vedono segni che il Cremlino sta adottando una nuova strategia dopo quasi un mese di combattimenti. Lloyd Austin, Segretario alla Difesa, ha dichiarato domenica che la Russia aveva deliberatamente preso di mira i centri abitati perché la campagna si era interrotta di fronte a un’efficace difesa ucraina. Secondo le Nazioni Unite, più di 10 milioni di persone sono state costrette a lasciare le loro case a causa dell’assalto della Russia all’Ucraina. Ci sono stati almeno 14 morti e 36 feriti negli attacchi al sistema sanitario iniziati a febbraio. La Russia ha affermato lunedì di aver sequestrato un quartier generale del comando militare ucraino e di aver preso 61 prigionieri di guerra ucraini, e ha riferito di un attacco con missili da crociera a un presunto centro di addestramento per combattenti stranieri e ucraini nella regione di Rivne, nell’Ucraina occidentale, che secondo quanto riferito ha ucciso più di 80 combattenti ucraini e stranieri. Soldati ucraini stanno cercando all’interno di un centro commerciale dopo essere stati colpiti da un proiettile. Il vice capo della flotta del Mar Nero è stato ucciso nell’attacco a Mariupol, è stato riferito domenica. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato domenica che l’esercito del suo paese stava infliggendo pesanti perdite alle truppe russe, ma che era consapevole del fatto che la Russia aveva molte attrezzature, missili e bombe.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.