La famiglia reale britannica sta affrontando l’imbarazzo sulla scena internazionale questa settimana poiché le proteste interrompono il loro tour nelle ex colonie britanniche nei Caraibi. Gli osservatori affermano che il viaggio aveva lo scopo di convincere i tre paesi a mantenere la regina come capo di stato e a non seguire le orme delle Barbados, che lo scorso novembre è passata a una repubblica. Il passato coloniale della regione è stato messo in primo piano dagli appelli a tagliare i legami con la regina. Il 22 marzo, il principe William e Kate sono arrivati ​​in Giamaica. Secondo The Independent, il governo giamaicano ha avviato il processo di transizione della nazione insulare in una repubblica. Cento accademici, politici e personalità culturali giamaicane hanno firmato una lettera aperta il giorno prima dell’arrivo della coppia nel paese, chiedendo alla famiglia reale e al governo britannico di scusarsi e pagare per il danno arrecato all’isola dal dominio coloniale e dalla schiavitù. “Riteniamo che le scuse per i crimini britannici contro l’umanità, inclusi ma non limitati allo sfruttamento delle popolazioni indigene della Giamaica, il traffico transatlantico di africani, la riduzione in schiavitù degli africani, il contratto a contratto e la colonializzazione siano necessarie per avviare un processo di guarigione , perdono, riconciliazione e compensazione”, si legge nella lettera. La lettera afferma che non c’è motivo per celebrare i 70 anni dall’ascesa di tua nonna al trono britannico perché la sua leadership e i suoi predecessori hanno perpetuato la più grande tragedia dei diritti umani nella storia dell’umanità. C’è stata una protesta fuori dall’Alta Commissione britannica a Kingston, in Giamaica, durante la visita del duca e della duchessa di Cambridge. La regina è il capo di stato in 14 paesi indipendenti. La regina Elisabetta II non è solo il monarca del Regno Unito, ma anche di altri 14 paesi, tra cui Canada, Australia e Papua Nuova Guinea, conosciuti come i regni del Commonwealth. Sono diversi dal Commonwealth delle Nazioni, un gruppo di 54 paesi che facevano parte dell’Impero britannico. La regina è un capo di stato simbolico in alcuni paesi del Commonwealth, ma sono governati da governi eletti. A novembre, la regina è stata rimossa dalla sua posizione di capo di stato. Anche se il pubblico e il governo vogliono la monarchia, alcuni regni del Commonwealth potrebbero essere riluttanti a rinunciarvi. Il ruolo della regina nel Commonwealth è simbolico, ma gli atteggiamenti nei confronti della famiglia reale sono diversi. Elizabeth è popolare in molti paesi caraibici, ma non pensano che sia rilevante perché è la regina. Immagina di ricevere l’indipendenza e di sentirti dire che la regina ha ancora una partecipazione in Giamaica e che l’isola non è veramente libera. Secondo Golding, la famiglia reale dovrebbe scusarsi per il suo coinvolgimento con la tratta degli schiavi e il sistema di piantagioni che il nostro popolo ha attraversato per alcune centinaia di anni. Secondo Golding, il viaggio di William e Kate in Giamaica potrebbe essere stato più “pesante” di quanto si aspettassero, ma spera che sia stata una lezione per le coppie al centro del futuro della famiglia reale. Ci sono accuse di razzismo avanzate dalla prima donna birazziale a sposarsi nella famiglia reale, che sta influenzando l’opinione pubblica nelle ex colonie britanniche. McCarthy dice che tutte le persone che non prestavano molta attenzione alla famiglia reale hanno iniziato a notare cosa stava succedendo. La regina ha rilasciato una dichiarazione definendoli preoccupati, mentre il principe William ha difeso la monarchia, dicendo: “Non siamo affatto una famiglia razzista”. Secondo alcuni osservatori reali, la regina sta investendo nel principe William e Kate come futuri leader della famiglia reale. Secondo l’analista politico, il futuro della monarchia britannica al di fuori del Regno Unito riguarda più l’identità nazionale che la popolarità reale.