L’occasione è stata data per discutere delle opportunità di crescita della Calabria e della posizione di leadership che può assumere nel Mediterraneo, in particolare nei settori dell’economia marittima e portuale. Il Porto di Gioia Tauro è il più importante del Mediterraneo per infrastrutture e dimensioni, posizione strategica ed efficienza, su cui può prendere forma un concreto piano di attrazione di investimenti, come ha dimostrato il Gruppo MSC, su cui la possibilità di creare occupazione di qualità. A fronte di specializzazioni produttive di alta qualità, il Sud attrae il minor numero di investimenti diretti esteri nell’area mediterranea. Oltre agli investimenti già previsti da Mct nel terminal container, il Porto potrà beneficiare di oltre 250 milioni di euro di investimenti pubblici. Per fare del porto un centro di internazionalizzazione per le imprese calabresi e del Sud e un centro di attrazione per nuovi investimenti, bisogna fare investimenti indispensabili. L’Italia negli anni ha dimenticato il Mediterraneo e ha dimenticato di avere un porto straordinario nel cuore del Mediterraneo, che si chiama porto di Gioia Tauro. Chiederemo al governo di accelerare il processo in modo da poter utilizzare questo lavoro nel settore energetico. Il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, ha affermato che la zona potrebbe diventare un grande distretto agricolo. Nell’immediato i porti assumeranno un ruolo sempre più strategico nell’intercettare i traffici già in essere a livello navale, nonché parte dei flussi attualmente scambiati via terra. La comodità con cui è possibile raggiungerlo, attraverso una deviazione di 1,05 km dalla rotta Suez-Gibilterra, fa risparmiare tempo e risorse che altrimenti sarebbero maggiori se fossero presenti altri hub mediterranei. Il Ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Mara Carfagna, è intervenuto durante il Forum ed è stato introdotto da Paolo Glisenti. L’area portuale e industriale di Gioia Tauro e altre importanti aree industriali saranno ammodernate e potenziate con l’aiuto di 111,7 milioni di euro. Il ministro ha detto che i cittadini calabresi, le imprese già esistenti e gli investitori che vogliono scommettere su questa terra, saranno protagonisti nello sviluppo di una grande piattaforma logistica e produttiva al centro del Mediterraneo e collegata al resto d’Europa nel corso del corso di cinque anni. Il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile, Enrico Giovannini, intervenuto nella sessione dedicata agli investimenti nelle infrastrutture fisiche e digitali e nell’intermodalità per lo sviluppo dei porti, ha poi evidenziato il grande dinamismo del porto di Gioia Tauro e il suo ruolo centrale in questo tempo di grande

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.