La Cremonese ha messo in difficoltà i padroni di casa nonostante fossero dieci gli ospiti al 44′ all’esordio al Franchi. Quando la partita sembrava in parità, il lampo di Mandragora è arrivato a 95, che ha propiziato l’autogol di Radu per il 3-2 finale. Il tecnico cremonese è intervenuto in conferenza stampa dopo la sconfitta. Le linee erano difficili nel primo tempo, ma abbiamo giocato contro la settima della scorsa stagione. Ha faticato dalla parte di Sottil ma ci abbiamo sempre provato quando avevamo palla. La squadra ha giocato bene nel secondo tempo. La Cremonese non è uno scandalo se ottiene un pareggio. Chiedo scusa ai tifosi cremonesi che ci hanno seguito. C’è una sottile differenza tra una palla che entra o non entra. C’è ancora poca conoscenza, ma sicuramente il campionato che ci aspetta è quello di oggi, perché alcuni giocatori sono arrivati ​​qualche giorno fa. Quella è una squadra che sa soffrire ma anche ribaltarla per vincere. Abbiamo provato a ribaltare la partita nel primo tempo. Davanti a noi c’era una squadra con idee calcistiche che poche altre squadre hanno. La conoscenza è importante contro cui giocare. Il 3 su 3 non mi ha dato molto fastidio. Avevamo la superiorità numerica, ma non siamo andati avanti quando dovevamo salire. La conoscenza che ho detto ci aiuterà a migliorare. Una squadra con più conoscenze non ottiene l’ultimo obiettivo. Abbiamo incrociato la palla al centro con tre Fiorentina contro uno perché avevamo la palla in avanti. È una delle cose più belle che può dare. Anche quando hai dei fan che ti supportano. Non dormirò lì, è stata una bella giornata e la partita non era importante. È un grande portiere, ma gli è stata data una cattiva reputazione. Cremonese perso a Firenze.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.