All’interno di un pesce di 400 milioni di anni è stato ritrovato un cuore ben conservato in tre dimensioni.Il cuore del pesce era composto da due camere, con quella più piccola sopra quella più grande.

“Come paleontologo che ha studiato fossili per più di 20 anni, sono rimasto davvero stupito di trovare un cuore 3D e magnificamente conservato in un antenato di 380 milioni di anni.” Gli antichi fossili suggeriscono che ci fosse un salto più ampio tra gli animali senza mascelle e quelli con mascelle.A volte sono stati preservati anche i tessuti molli, perché si tratta di un letto fossile classificato come Lagersttte.Per Ahlberg afferma che i tessuti molli dei pesci Gogo sono conservati in tre dimensioni.Le moderne tecniche di scansione ci consentono di studiare questi fragili tessuti molli senza distruggerli.Le ossa dell’artrodire non erano le uniche caratteristiche che sono state rivelate da queste densità.Il team è stato in grado di studiare la disposizione del pesce perché erano presenti gli altri organi.Per la prima volta, possiamo vedere tutti gli organi di un pesce primitivo con la mascella e siamo rimasti sorpresi nell’apprendere che non erano così diversi da noi.I paleontologi sono stati in grado di ricostruire e comprendere la muscolatura degli artrodiri di Gogo dall’esemplare fossile precedentemente scavato.I fossili di organi molli nei pesci antichi sono i meglio conservati al mondo e sono davvero la materia dei sogni dei paleontologi
Uno dei siti fossili più significativi al mondo, Gogo ci ha regalato primati mondiali dalle origini del sesso al cuore più antico del mondo..

You may also like

NASA Artemis I

La distanza massima che Orion raggiungerà dalla Luna durante la missione è di oltre 92.000 ...

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *