Il mondo e i personaggi delle prime due voci classiche della serie hanno un posto nel cuore di chiunque abbia mai giocato al gioco. Non è stato il ritorno che la serie meritava, in quanto non era abbastanza per presentare a una generazione più giovane di giocatori il mondo unico della serie e il personaggio principale Kate Walker. Non è il modo giusto per porre fine alle avventure di Kate Walker, e sicuramente non è il modo giusto per trattare un franchise così amato. Fin dall’inizio, è chiaro che il gioco è molto meglio del terzo capitolo della serie, con un’esperienza di gioco di avventura generalmente solida. Syberia – The World Before è la prima voce della serie a presentare due diversi personaggi principali: la protagonista principale della serie Kate Walker e Dana Roze, un’aspirante pianista di 17 anni che visse a Vaghen nel 1937 la cui vita sarà cambiata per sempre dal fascista minaccia dell’ombra bruna all’inizio della seconda guerra mondiale. Kate Walker è costretta a lavorare come schiava dopo essere stata imprigionata in una miniera di sale alla fine del gioco precedente. La storia di The World Before è una delle migliori caratteristiche del gioco. Il sistema a doppia linea temporale funziona bene da un punto di vista narrativo e l’intero mistero che circonda la relazione di Dana con Kate è presentato in modo molto coinvolgente. La storia è sicuramente uno dei punti forti del gioco. Quando controllano Kate o Dana, i giocatori possono esplorare una varietà di luoghi lineari, parlare con gli NPC, interagire con una varietà di oggetti diversi, sia legati alla storia che opzionali, e risolvere enigmi. Alcuni obiettivi opzionali possono essere completati nel gioco per fornire maggiori informazioni sul mondo e sui personaggi che lo abitano. Il più grande punto debole del gioco è che è molto fedele alle migliori voci della serie. Syberia – The World Before aveva bisogno di qualcosa di più dei giochi di avventura che aveva. The World Before è un ritorno alla forma per la serie, presentando una solida esperienza di gioco di avventura alimentata da una storia avvincente, personaggi affascinanti e puzzle ben progettati, ben lontani dal gioco precedente della serie. L’ultimo capitolo dell’amata serie non è sufficiente per renderlo un must per tutti i giocatori, poiché il gioco non è innovativo e presenta una versione leggermente più moderna dei classici giochi di avventura.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.