Ci sono anche proteste di piazza contro l’aggressione russa contro l’Ucraina. La violenza scatenata dal Cremlino contro Kiev è detta anche dall’art. Un’opera dell’artista Stanislav Belovski, apparsa di recente su un muro nella capitale bulgara, ha fatto scalpore, varcando i confini nazionali. Raffigura l’artefice del conflitto, il presidente russo Vladimir Putin, come un cadavere tra le sue braccia, e ha un forte impatto emotivo. L’opera dell’artista francese Ernest Pignon-Ernest, apparsa nel cuore di Roma nel 2015, è un riferimento alla Piet di Michelangelo. Belovski ha detto che la foto della testa di Putin è opera di altri e che qualcuno ha colto il riferimento al tema di Pasolini. Belovski, che ha tratto ispirazione dal conflitto in Ucraina per molte altre opere, si scopre sbirciando attraverso i suoi profili social. Il ministro degli Esteri russo, con il naso lungo e un vestito a fiori, è nel mirino.