In alcuni momenti della partita di Moore e Gabriel, i due protagonisti dell’attacco avversario hanno unito per oltre 40 punti e hanno sfruttato l’apporto di Petrucelli nel primo tempo, in quanto la difesa dell’Olimpia non è riuscita a contenerli. L’allenatore ha passato il primo timeout dopo poco più di due minuti perché l’Olimpia era un po’ bloccata e sbagliava i suoi tiri. Il distacco si riduce a due punti dopo un layup di Melli. Rodriguez ha realizzato una tripla in transizione per dare il primo vantaggio al Milan. Il Milan riparte con una tripla di Shields, ma non riesce ad arrivare sulla linea, che è la differenza a metà gara. Una tripla su corner di John Petrucelli, grande eroe del primo tempo, ha regalato al distacco altri 13 punti. Alla fine del secondo periodo, Kyle Hines ha fatto un gioco da tre punti e Rodriguez ha rubato la palla. Palla persa da una parte e canestro di Gabriel sulla sirena riportano il Brescia sul più 10, 41-31. All’inizio del terzo, l’Olimpia si esibisce con più attenzione, ma non riesce ad avvicinarsi molto per le gesta dell’avversario. Il vantaggio massimo di 13 punti viene ripristinato da una tripla di Della Valle su partita rotta e palla persa. Il Milan ha risposto con un jumper di Melli e due triple di Rodriguez e Shields. Della Valle ha strappato il terzo fallo a Melli e ha completato una partita da quattro punti portando il Brescia in vantaggio di 10 punti. Le due squadre hanno provato a dividere la partita con due triple, ma l’altra squadra ha risposto con due di loro. Il deficit del Milan si riduce a quattro punti dalla tripla di Datome. Arrivano due triple devastanti, una di Gabriel e l’altra di Mitrou-long, che le riportano a meno 10. A metà del periodo, la media era di meno sei per la nona volta negli ultimi dieci anni. Il vantaggio è risalito a 11 punti dopo che Laquintana ha segnato due tiri liberi e Della Valle ha caricato una tripla. L’Olimpia sbaglia tre liberi al momento della rimonta, ma Delaney su scarico di Hines prova a guidare l’ultimo assalto.