La prima gara della stagione è un banco di prova per un rivoluzionario, ma ancora immaturo, W13. Wolff è il caposquadra. C’era una versione B del W13 nell’ultimo round di test. Una vettura con la pancia molto sottile, ma un po’ instabile sul circuito con problemi di sottosterzo. La squadra è diventata la terza forza dietro Red Bull e Ferrari a causa dei difetti. In una gara anonima, l’harakiri del team anglo-austriaco ha portato sul podio Lewis Hamilton, con George Russell alle sue spalle. Wolff, un messaggio alla concorrenza al termine della gara, ha ammesso alla stampa così e le prossime tappe saranno l’occasione per conoscere meglio la vettura. Nella terra di nessuno eravamo in quinta e sesta. L’esperimento con le gomme dure, nonostante il fallimento dell’esperienza, è stato positivo per conoscere meglio le gomme e la macchina. La versione B della nuova vettura, Motori, è in preparazione da Mercedes. È troppo presto per pensare ai risultati finali. Sembra impossibile lottare per entrambi i titoli dopo la griglia di partenza di ieri. Come terza forza, non puoi pensare di vincere in questo momento perché ogni fine settimana conta per il progresso. Wolff ha parlato della gara come test in un articolo di Motori News.