Il Senato dell’Indiana vieta la maggior parte degli aborti.

I legislatori dell’Indiana hanno sostenuto il primo divieto statale sull’aborto dalla sentenza della Corte Suprema. La questione è stata messa ai voti dopo il dibattito se l’incesto e lo stupro rientrassero nell’ambito del divieto di aborto. È stato uno shock per i residenti dell’Indiana vedere la mossa togliere la legge che protegge le donne dall’essere costrette ad abortire. Il disegno di legge sarà esaminato alla Camera dell’Indiana dai repubblicani. Se il disegno di legge sarà approvato dalla Camera, entrerà in vigore il prossimo mese. Anche i repubblicani dell’Indiana erano contrari al disegno di legge perché dicevano che era repressivo. La legge per cui ha votato Michael Young non era inclusiva e ha mancato molti punti. La legislazione in Indiana potrebbe portare a un divieto di aborti in più stati. L’eccezione è in caso di stupro, incesto e se la madre è a rischio. Solo le ragazze di età inferiore ai 15 anni potranno abortire entro le prime 12 settimane di gravidanza. La legge statale consente l’aborto fino a 20 settimane dopo che un uovo è stato fecondato nell’utero. I Democratici hanno detto che la legge era contro tutte le donne. Il senatore Jean Breaux ha detto che si vergognava che un disegno di legge del genere potesse ottenere sostegno nello stato. Oltre il 75% dei residenti dell’Indiana era contrario al divieto di aborto e voleva che fosse legale.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.