Questa domenica un giornalista e regista statunitense è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nell’Ucraina devastata dalla guerra. Il ministero dell’Interno dell’Ucraina ha fornito queste informazioni. Il 50enne era associato a numerosi media e testate giornalistiche americane. Fonti ucraine hanno detto che è stato colpito a colpi di arma da fuoco nel sobborgo di Irpin. La zona è stata bombardata dai russi. Il motivo della sua morte è stato confermato dalle autorità ucraine. Un giornalista americano stava lavorando per The Times. I dirigenti del Time hanno affermato che il suo lavoro era incentrato sulla crisi dei rifugiati in tutto il mondo. Il giornalista americano ha pagato il prezzo più alto per aver cercato di scoprire la crudeltà degli invasori russi, secondo un portavoce del ministero degli interni ucraino. Il signor Renaud era associato a Time Studios in un precedente incarico. Il suo ultimo lavoro risale al 2015. È stato riferito che era in missione con Time Magazine, ma non lo era. Danielle Rhoades Ha ha detto che l’intera squadra era triste per la notizia. Il giornalista e suo fratello hanno realizzato un documentario su una scuola di Chicago. In punti caldi e zone di conflitto in tutto il mondo, i fratelli hanno lavorato a progetti televisivi e cinematografici. I fratelli stavano coprendo le guerre. Avevano coperto i rifugiati in Messico e nel Sud e Centro America. Stavano per filmare i civili in fuga dalla guerra quando sono stati uccisi in macchina.