Durante tutta la guerra ucraina, il rifiuto del presidente Biden di intervenire per aiutare gli ucraini, se non con mezzi indiretti, è risuonato a gran voce, e ora che la Polonia chiede che venga istituita una linea rossa oltre la quale si scatenerebbe l’Intervento, la linea Biden. sembra essere inflessibile. Biden dice che se accadesse sarebbe un’escalation che potrebbe portare a una terza guerra mondiale, ma non è credibile perché la terza guerra mondiale sarebbe iniziata quando in Ucraina sarebbero state usate armi non convenzionali. La prima e ovvia ragione è che Biden vuole umiliare la Russia, che è ciò a cui i russi sono più interessati. Biden si aspetta che un paese come l’Ucraina fornisca fino a 40.000 nuovi soldati ogni anno, e se li rifornisce e li addestra adeguatamente, significa che la Russia perderà sicuramente a causa della guerriglia. umiliata la Russia potrebbe fare qualsiasi cosa per non essere umiliata. Si temeva che l’OVRA fossero gli 8 milioni di baionette di cui parlava Mussolini. L’OVRA è stato creato per seminare pettegolezzi e fare accuse, oltre che per raccogliere pettegolezzi, al fine di mettere in cattiva luce gli antifascisti. Anche dopo la fine della guerra, gli Stati Uniti hanno cercato di capire cosa diavolo fosse e dove si nascondessero. L’economia russa fa fatica a credere che pubblichi dati sulle proprie forze armate. È molto difficile dividere il PIL dello stato di New York tra 120 milioni di persone. I costi operativi del resto sono il problema. Hai baracche, baracche di addestramento, armi ed equipaggiamento per tutti se hai due milioni di riservisti. Sarebbe un problema economico per gli Stati Uniti avere un esercito dichiarato. Gli Stati Uniti e la NATO stanno calcolando quali forze Putin può schierare osservando l’Ucraina. Non c’è traccia degli uomini che erano nelle riserve. I coscritti non vengono richiamati, i riservisti non vengono richiamati e tutto ciò che Mosca fa è reclutare mercenari. I famosi hacker russi non scherzano con l’Occidente. Quelli che non hanno C&C sono i russi. Il numero di generali morti suggerisce che è possibile trovarli e ucciderli. Per quanto ne sappiamo, le forze armate russe non sono ciò che i russi dicono di essere. La Russia ha circa 300/350mila uomini, di cui un terzo di coscritti, e non più di ventimila riservisti capaci di entrare in battaglia in breve tempo, ma non i mezzi per armarli e riqualificarli. Ha meno di un terzo dei vagoni che afferma di essere operativi e tutte le innovazioni che hanno annunciato sono presenti in poche unità. I russi non sono in grado di mobilitare 30.000 uomini in un breve lasso di tempo. Calcolare quanto è grande il loro esercito è facile. Non aveva senso lanciarli su quei bersagli perché un missile ipersonico costa più di un normale cruse. Gli Stati Uniti diranno che era nel missile e io dirò che era nell’arsenale. Putin potrebbe dire che gli ucraini hanno ricevuto armi nucleari dalla NATO. Non sono nemmeno scesi in campo per uccidere Zalensky o per stanare l’esercito ucraino. L’attuale situazione in Ucraina richiama l’idea di utilizzare armi che penetrano la terra, comprese quelle nucleari. Sospetto che questa guerra per procura sia vista dagli Stati Uniti come un metodo brutale per stimare la dimensione delle forze armate russe al fine di capire quante forze saranno usate contro la Cina. Si preoccupa abbastanza dell’Ucraina per valutare la consistenza dei russi.