Il presidente Biden ha ordinato un rilascio storico dalla Strategic Petroleum Reserve al fine di frenare i prezzi del gas. Biden sta ordinando il rilascio di una media di 1 milione di barili al giorno per i prossimi sei mesi, che secondo alti funzionari dell’amministrazione “rafforzerà le forniture globali”. Biden ha detto che se vogliamo prezzi del gas più bassi, abbiamo bisogno di una maggiore fornitura di petrolio. 568 milioni di barili di petrolio greggio si trovano nelle caverne sotterranee del sale lungo la costa del Golfo del Texas e della Louisiana. Il Dipartimento dell’Energia ha creato la riserva petrolifera di emergenza in risposta all’embargo petrolifero del 1973. Secondo il Dipartimento dell’Energia, la riserva doveva originariamente essere uno strumento di risposta alle emergenze. In risposta alle interruzioni della fornitura di petrolio greggio in Libia e in altri paesi, nel giugno del 2011 si è verificato un rilascio di emergenza presidenziale. Il Dipartimento dell’Energia può offrire barili a società private attraverso accordi di scambio dopo disastri naturali locali, come in seguito all’uragano Ida. Una raffineria di petrolio di solito prende in prestito petrolio greggio per un breve periodo di tempo e poi lo sostituisce con una quantità aggiuntiva di petrolio in cambio di un premio. Ci vogliono 13 giorni perché il petrolio entri nel mercato dopo una decisione presidenziale, secondo il Dipartimento dell’Energia. L’amministratore delegato di una grande compagnia petrolifera del Texas ha detto al New York Times che dipende dal prezzo del petrolio. È ancora un cerotto su una significativa carenza di offerta. Biden ha ordinato un massiccio rilascio di petrolio nel tentativo di frenare i prezzi del gas.