Da quando è stato rivelato che era stato avvelenato in ucraino, Roman è stato raffigurato per la prima volta. In vista del prossimo round di colloqui di pace tra Russia e Ucraina, il proprietario miliardario è stato visto con occhi annebbiati a Istanbul. A Istanbul, dove Russia e Ucraina stanno tenendo colloqui di pace, Roman Abramovich è stato fotografato pochi giorni dopo essere stato avvelenato. Secondo i rapporti, Putin avrebbe detto ad Abramovich che avrebbe distrutto l’Ucraina quando avrebbe cercato di mediare un accordo di pace. È volato a Mosca la scorsa settimana per presentare a Putin una nota del presidente dell’Ucraina. Putin è rimasto impassibile alla nota che delinea i termini della guerra con l’Ucraina. Tra le sue case in Israele, Mosca, Turchia e Ucraina, il proprietario ha fatto la spola. È stato fotografato all’aeroporto prima di dirigersi verso la Turchia e la Russia. Si dice che lui e due negoziatori di pace ucraini abbiano sofferto di sintomi allarmanti dopo aver mangiato cioccolatini avvelenati. Gli intransigenti a Mosca che vogliono sabotare i colloqui e continuare la sanguinosa guerra di Putin sono stati accusati dell’attacco. Avevano gli occhi rossi, lacrimazione costante e pelle scrostata sui loro volti e mani. Secondo The Guardian, l’attacco nella capitale ucraina di Kiev ha provocato la perdita della vista agli occhi di Abramovich per diverse ore. Dopo un incontro di pace il 3 marzo, due ucraini, il deputato Rustem Umerov e un altro negoziatore, hanno iniziato a provare dolore agli occhi. Quando si sono recati a Istanbul, Abramovich aveva la pelle desquamata dal viso e dalle mani. L’avvelenamento aveva tutte le caratteristiche dei servizi segreti russi, secondo un ex colonnello delle armi chimiche. Aiuta i cinque milioni di persone intrappolate nel caos con una donazione a The Sun’sUkraine Fund.