Grazie al decreto Re riapertura, lo smart working è stato prorogato fino a giugno del 2022. Prorogata al 30 giugno 2022 l’utilizzo dello smart working per i lavoratori con malattie croniche che non possono svolgere il lavoro in prima persona a causa del rischio Covid. L’elenco delle patologie per le quali i lavoratori rientrano nei casi offragile è stato fornito dal Ministero della Salute. Fino a fine giugno 2022 lo Smart Working semplificato – senza contratto individuale – è esteso ai dipendenti privati, a differenza di quanto riconosciuto ai dipendenti della PA che sono obbligati a rientrare in presenza secondo le regole ordinarie. Il decreto fiscale ha confermato l’equazione del quark dall’isolamento alla malattia fino al 31 dicembre 2021. La restituzione dell’indennità e il riconoscimento del ricovero per periodi di assenza dal lavoro sono stati effettuati solo dopo la conversione in legge del Decreto Natale per i fragili. L’estensione non si applica all’equazione isolamento fiduciario con monitoraggio attivo della malattia per tutti gli altri lavoratori, secondo l’Inps. I dipendenti pubblici e privati ​​in possesso sono stati considerati “fragili” dal 17 marzo 2020 ai fini del riconoscimento della tutela previdenziale da parte dell’INPS per tutti i lavoratori. Insieme alle altre fattispecie è stata introdotta per la prima volta la previsione dello Smart Working per i lavoratori fragili del settore pubblico e privato, convertita con modificazioni nella Legge 24 aprile 2020. Lo Smart Working per i lavoratori fragili è stato prorogato fino a fine giugno dal Decreto Riapertura. Per conoscere tutte le altre norme vi invitiamo a leggere il nostro approfondimento dedicato allo Smart Working, che fa il punto sull’evoluzione della normativa e spiega in modo semplice e chiaro quali obblighi sono attualmente in vigore per il lavoro agile nella PA e nel settore privato. Le novità sul contratto di Smart Working per il settore pubblico le trovate in questo studio. In questo articolo è spiegato il protocollo nazionale per lo Smart Working nel settore privato.