Lo storico culturale britannico, che ha creato una nuova area internazionale di studi accademici, nota come danza precoce, e ha ricevuto riconoscimenti nazionali sia in Gran Bretagna che in Francia, è morto il 16 marzo. La sua morte fu confermata dal marito, storico del Rinascimento. La corte francese del tardo Rinascimento e del primo barocco fu oggetto del primo libro del professor McGowan, “L’Art du Ballet de Cour en France, 1581-1643”. Linda Tomko, storica della danza presso l’Università della California, Riverside, ha scritto in una e-mail: “La ricerca di Margaret McGowan sulla danza e lo spettacolo in Francia, dall’inizio alla metà del XVII secolo, ha esplorato vividamente il collegamento della danza con le operazioni di potere, modellando un domanda di ricerca che da allora ha ottenuto ampia adozione negli studi accademici di danza statunitensi e all’estero. Nel 1998, il professor McGowan è stato insignito in Gran Bretagna del titolo di Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico; nel 2020 è stata nominata Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres in Francia. Il suo argomento era il ballet de cour alle corti dei re francesi Enrico III, Enrico IV e Luigi XIII e il suo consigliere era uno storico del Rinascimento. La professoressa McGowan ha detto che la signora Yates l’ha aiutata con il suo lavoro sul ballet de cour. Gli storici dell’arte iniziarono a trovare disegni appartenenti ai festival e gli studiosi di letteratura riconobbero l’importanza del contesto di corte per la comprensione dei poemi lirici. L’importanza del libro del professor McGowan sul ballet de cour è stata riconosciuta da studiosi in Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti e altri paesi. Si è dato una percentuale inferiore a quella che aveva detto di essere. L’ultimo lavoro di una serie di colleghi è stato raccolto in diversi libri curati dal professor McGowan. Margaret Shewring, una collega dell’Università di Warwick, ha affermato in una e-mail che il ritiro della professoressa McGowan dalle funzioni universitarie le ha permesso di perseguire molte nuove linee di indagine. Il suo “Dance in the Renaissance: European Fashion, French Obsession” (2008) ha vinto il Wolfson History Prize, assegnato ogni anno a un soggetto britannico per eccellenza nella scrittura della storia; quattro anni dopo, pubblicò un volume di accompagnamento in francese, concentrandosi sui materiali di base. Catherine Turocy, direttrice artistica della New York Baroque Dance Company, ha scritto in una e-mail di essersi ispirata al libro “Dance in the Renaissance” e che si trattava di un’analisi dettagliata della società del XVI secolo e di come la danza fosse al centro della filosofia e del pensiero estetico. La British Academy è un’accademia nazionale per le scienze umane e sociali.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.