La sconfitta dell’Italia contro la Macedonia del Nord nelle qualificazioni ai Mondiali è uno scherzo per la televisione pubblica perché la Rai ha speso 170 milioni di euro per i diritti esclusivi dei Mondiali. LaPresse dice che è allo studio un piano, da non attuare subito, visto che mancano ancora più di sette mesi ai Mondiali, per vendere parte dei diritti della pay tv. Non sarebbe stato possibile per la Rai restituire l’investimento con la pubblicità. Le partite sono tante, 64, e l’affollamento del palinsesto potrebbe essere controproducente dopo il gol di Trajkovski al 92′. Quando il passaggio al modello di genere sarà ufficializzato, tutto diventerà più chiaro. Lapresse segnala sempre che il partner ideale potrebbe essere Amazon. Se raccogliesse una quota dei diritti dei Mondiali ad Amazon sarebbe una presa in giro e un danno per gli italiani, che dovrebbero pagare il doppio per vederlo. La Rai è in difficoltà per l’articolo Italia fuori dai Mondiali e per i 170 milioni spesi per il progetto.