Stavamo aspettando il mese migliore per Crotone, maggio, a causa della Pandemia, ma il sentore di primavera ci fa pensare a questo. A causa dell’emergenza sanitaria il mese mariano si è interrotto con i suoi colori, devozione e pellegrinaggio a Capo Colonna. I momenti più emozionanti della festa per due anni sono stati fermati dall’emergenza pandemica, e ne abbiamo parlato con l’arcivescovo. Il prelato ha detto che volevano poter vivere tutti gli aspetti della festa e che volevano essere i primi a farlo. Abbiamo un bel sogno di design che è legato alla voglia di poter vivere a pieno tutti i momenti, ma come cittadini dobbiamo rispettare le leggi e dobbiamo dare testimonianza. Sarà difficile non vivere queste celebrazioni religiose se riapriranno tutte, ma valuteremo cosa ci diranno la Prefettura e la Questura. Ricordo il giorno in cui fui eletto vescovo di Taranto, c’era un crotonese che mi disse “vedrai”, ma purtroppo ancora non c’è. La comunità attende di sapere se si svolgeranno eventi e tradizioni civili mentre la Chiesa locale si prepara a celebrare la festa della Madonna. Bisognerà attendere l’entrata in vigore del nuovo decreto sulla riapertura e le decisioni della Prefettura e della Questura.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.