Mercoledì la Russia ha intensificato gli attacchi di terra e aerei alle parti orientali del paese nonostante abbia affermato che limiterebbero gli attacchi nell’area. Secondo il portavoce del Cremlino, i colloqui in Turchia tra delegati ucraini e russi non hanno rappresentato un punto di svolta nel conflitto. Meno di 24 ore prima, il capo negoziatore di Mosca, Vladimir Medinsky, aveva descritto le proposte di Kiev nei negoziati come un passo costruttivo e aveva prospettato la possibilità di un incontro tra il presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo ucraino. Le forze russe hanno colpito obiettivi anche se durante i colloqui di pace di martedì hanno affermato che avrebbero limitato gli attacchi. L’edizione interattiva del Wall Street Journal Mr. Medinsky ha affermato che la Russia limiterà le operazioni militari nel nord del paese come gesto di buona volontà. Mercoledì, la Russia ha caratterizzato i movimenti di truppe lì come un raggruppamento per prepararsi alle operazioni. Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha dichiarato mercoledì in Cina che Mosca è rimasta impegnata nei colloqui di pace. Mercoledì sera, uno stretto alleato di Putin, il leader ceceno Ramzan Kadyrov, ha rilasciato un video indirizzato ai combattenti sostenuti da Mosca in Ucraina, assicurando loro che “non stiamo facendo alcun tipo di ritirata, il signor Medinsky si sbaglia in qualche modo”. “Non c’è motivo di preoccuparsi, abbiamo il nostro comandante, il presidente, il leader che vede 100 anni davanti”, ha affermato Kadyrov. Mercoledì, l’esercito ucraino ha dichiarato di aver respinto l’avanzata russa nelle aree di Donetsk e Luhansk nella regione del Donbas, che Mosca negli ultimi giorni ha affermato che sarebbe il nuovo fulcro della sua offensiva. Le Nazioni Unite hanno dichiarato mercoledì che oltre quattro milioni di persone sono fuggite dai combattimenti in Ucraina, rendendolo il più rapido movimento internazionale di persone in Europa dalla seconda guerra mondiale. Il presidente Biden ha detto a Zelensky che gli Stati Uniti avrebbero fornito 500 milioni di dollari in aiuti di bilancio al paese. La Russia ha attaccato quelli che ha definito obiettivi militari in Ucraina. La Russia ha distrutto l’equipaggiamento militare ucraino e ha colpito due grandi magazzini con missili, secondo il ministero della Difesa. Mercoledì, un edificio del governo a Mykolaiv, in Ucraina, è stato colpito da un attacco russo. “Vogliamo un meccanismo internazionale di garanzie di sicurezza in cui i paesi garanti agiscano in modo simile all’articolo numero cinque della NATO”, ha affermato Arakhamia, riferendosi all’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico. Funzionari occidentali hanno affermato che il cambiamento della strategia militare suggerisce una maggiore attenzione alla sicurezza e all’espansione di una delle sue roccaforti all’interno dell’Ucraina, potenzialmente come merce di scambio nei colloqui di pace. Secondo una valutazione del Pentagono, la maggior parte delle forze russe intorno a Kiev non sono state ridistribuite altrove. L’esercito ucraino ha affermato di aver visto segni che le forze russe si stavano riorganizzando per concentrarsi sull’est e che era dubbio che Mosca avesse rinunciato ai suoi sforzi per conquistare la città. Un membro del servizio ucraino si trova vicino al corpo di un soldato russo. Dopo un mese di combattimenti in cui Mosca non è riuscita a conquistare una grande città e ha chiesto rinforzi dal profondo della Russia, gli esperti occidentali suggeriscono che il ritiro di alcune forze intorno a Kiev potrebbe essere una pausa tattica. Il ministero della Difesa britannico ha dichiarato mercoledì che le forze russe potrebbero tornare in Russia per riorganizzarsi dopo aver subito pesanti perdite. Le truppe russe sono entrate nella città portuale di Mariupol, nella parte orientale del Paese. Una casa dipinta con i colori della bandiera ucraina si trova alla periferia di Kiev. Non ci sono stati progressi nella crisi umanitaria a Mariupol durante la telefonata tra Putin e il presidente francese, secondo il portavoce del Cremlino.