La corte d’appello ha concordato con i suoi avvocati che dovrebbe essere libero in attesa dell’appello contro la sua condanna per aver mentito alla polizia. Dopo aver trascorso sei notti nella prigione della contea di Cook, l’attore è uscito circondato dalla sicurezza. La sentenza della corte d’appello è arrivata dopo che un giudice della contea di Cook ha condannato l’attore al carcere per aver mentito alla polizia. Subito dopo l’emanazione della sentenza, si è dichiarato innocente e ha detto di non avere tendenze suicide. Dopo aver inviato una cauzione di riconoscimento personale di $ 150.000, non deve versare denaro ma accetta di presentarsi in tribunale come richiesto dalla corte d’appello. Dopo che le accuse iniziali sono state ritirate dal procuratore dello stato della contea di Cook, ha criticato il procuratore speciale per averlo accusato di nuovo. Se fosse rimasto nella prigione della contea di Cook, hanno sostenuto i suoi avvocati, potrebbe essere in pericolo di danni fisici. La decisione del tribunale segna l’ultimo capitolo di una strana storia iniziata a gennaio quando Smollett, che è nero e gay, ha riferito alla polizia di Chicago di essere stato vittima di un attacco razzista e omofobo da parte di due uomini che indossavano passamontagna. La ricerca degli aggressori si è trasformata in un’indagine su se stesso e sul suo arresto con l’accusa di aver orchestrato l’attacco e di aver mentito alla polizia al riguardo. I due uomini che sono stati pagati per inscenare l’attacco erano nello show. Quando una persona mente alla polizia, ci sono cinque capi di imputazione per condotta disordinata. Con buona condotta, avrebbe potuto essere rilasciato in appena 75 giorni, ma il giudice James Linn lo ha condannato a 150 giorni. Uche pensava che si fosse arreso.