Il programma dovrebbe consentire ai partecipanti di svilupparsi più velocemente, lavorare in modo più intelligente e avere accesso al supporto di esperti, indipendentemente dalla piattaforma su cui stanno lavorando. Il programma consentirà agli studi più piccoli di accedere agli stessi servizi e capacità utilizzati dai team più grandi. No Man’s Sky, Rainbow Six Siege e Sea of ​​Thieves si affidano tutti al servizio di cloud computing interno di Microsoft per raggiungere milioni di giocatori ogni giorno, quindi garantire agli studi più piccoli l’accesso a questi potenti strumenti è sicuramente entusiasmante. Più risorse e strumenti disponibili possono solo essere una buona cosa per il settore, poiché negli ultimi anni ci sono alcuni dei più grandi giochi provenienti da sviluppatori indipendenti. Il cambiamento nello sviluppo del gioco è il risultato della pandemia e avere uno strumento potente che consente la collaborazione online è più importante che mai. È un problema comune nel settore dei videogiochi in cui i team sono troppo occupati per concentrarsi sulle scadenze. Tutti possono accedere agli stessi potenti strumenti se gli studi si trovano in tutto il mondo e utilizzano il cloud. È possibile per gli abbonati giocare utilizzando la potenza del cloud e continuare a offrire una valida alternativa alle console e ai PC di fascia alta.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.