La Procura di Roma chiede condanne da otto a sei anni e mezzo per sei degli arrestati per l’aggressione alla sede nazionale della Cgil. Gli imputati hanno deciso di utilizzare una procedura abbreviata. Davanti al gup di Roma, la pm ha chiesto una condanna a otto anni per il figlio del condottiero romano. Per Massimiliano Ursino è stata richiesta la condanna a otto anni. Una condanna a sei anni e mezzo è stata richiesta per altri due imputati con fedina penale pulita. Tutti sono accusati di resistenza a un pubblico ufficiale. All’udienza l’Anpi e l’Associazione Nazionale Partigiani Italiani hanno costituito parte civile. Il 7 giugno sarà pronunciata la sentenza per i sei imputati che hanno chiesto e ottenuto la procedura abbreviata. Il 28 marzo riprenderà il processo ordinario, tra gli altri, i vertici di Forza Nuova. C’è anche l’accusa di istigazione a commettere un crimine contro tutti e tre. Molti dei manifestanti presenti sul sito hanno cercato di giustificarsi dicendo che erano lì per fermare i disordini. L’articolo Assalto no green pass alla Cgil: richiesta la condanna fino a otto anni è arrivata da Metro News.