Lo stadio Giuseppe Meazza di Milano è stato il luogo della vittoria per 4-2 del Milan sull’Udinese. I gol sono di Becao per l’Udinese al 2, Theo Hernandez su rigore all’11, Rebic al 15 e Masina al 49. Non ci è piaciuto il fatto di aver subito il gol dopo. C’è stata mezz’ora di grande calcio. È normale togliere le cose positive e lavorarci sopra. Non credo sia una buona idea giudicare un marcatore per il gol, ma il lavoro che ha fatto per la squadra ci ha sicuramente dato molto. Il gol è stato segnato da Brahim e gli è stato chiesto di essere presente in area ed efficace con gli assist. Dobbiamo migliorare su questo, abbiamo giocato con leggerezza. La squadra ha fatto un passo avanti sulla voglia e sulla fiducia nelle proprie qualità. In fase difensiva abbiamo fatto un cambio tra i due centrali che non c’era tempo da fare, abbiamo subito due gol da palla inattiva. Giocatori con determinate caratteristiche ci permettono di avere una difesa alta. È un grave errore se sembriamo più intensi con la difesa alta piuttosto che con quella bassa. Non ha le migliori condizioni possibili dopo un’estate particolare. Viene da un campionato diverso e avrà bisogno di tempo per capire questo calcio. È troppo importante cercare di essere pronti perché abbiamo fatto gli stessi carichi dell’anno scorso. C’è un modo di allenarsi che richiede grande intensità. È il modo di giocare che porta alle prestazioni fisiche e mentali. Sappiamo che dobbiamo correre molto, ai giocatori piace giocare così. Se corriamo molto, abbiamo la possibilità di dominare la partita e di sentirci più forti dei nostri avversari. Pioli è acceso e i fan sono sorpresi che tu non lo abbia conosciuto. I nostri fan ci danno molta forza ed energia. Abbiamo una buona stagione davanti a noi, siamo partiti bene, dobbiamo lavorare, non possiamo pensare di essere perfetti, ma dobbiamo pensare di essere il più perfetti possibile. L’Udinese è stata battuta 4-2 dal Milan, prima buona.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.