Ci sono due calchi in gesso in collezioni al di fuori del Regno Unito che hanno rivelato nuove informazioni su questo fossile storicamente significativo.

I calchi sono stati scoperti da due scienziati, uno dell’Università di Manchester e l’altro della State University di New York.

Il documento originale sulla scoperta di questo scheletro nel 1819 fu pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science.

Sir Everard Home, un chirurgo britannico, pubblicò le sue scoperte nel diario della Royal Society nel 1819, dopo aver studiato lo scheletro di ittiosauro più completo mai trovato.

La parola “dinosauro” non è stata inventata fino a più di 20 anni dopo la pubblicazione della ricerca su questo fossile.

Diversi importanti ritrovamenti sono stati fatti dal dottor Lomax e dal professor Massare durante lo studio delle collezioni storiche.

Nel 2016, durante le ricerche nelle collezioni del Peabody Museum, della Yale University, negli Stati Uniti, Lomax e Massare si sono imbattuti in un calco molto antico di un Ittiosauro, il primo calco completo dell’esemplare di Home.

Prima che l’esemplare di Yale fosse un calco di Home’s Proteosaurus, il personale curatoriale del Peabody pensava che fosse un vero fossile e non un calco in gesso.

Dopo aver studiato le collezioni del Museo di Storia Naturale di Berlino, in Germania, fu sorpreso di trovare un secondo calco dell’ittiosauro.

Il capo della collezione di rettili fossili al Museo di Storia Naturale ha detto che non poteva aiutare il dottor Lomax a causa della mancanza di documenti e dell’etichettatura dell’esemplare.

Lo scheletro originale è stato illustrato nell’articolo di Home del 1819.

La Royal Society ha svolto un ruolo importante nella pubblicazione dei primi resoconti degli ittiosauri nella letteratura scientifica oltre 200 anni fa e ci siamo sentiti in dovere di sottoporre loro la nostra ricerca dopo aver scoperto i calchi.

La scoperta di questi due calchi potrebbe incoraggiare curatori e ricercatori a dare un’occhiata più da vicino ai vecchi calchi nelle collezioni museali.

Il primo scheletro completo di ittiosauro, noto come Proteo-saurus, è stato scoperto da Lomax et al.

You may also like

NASA Artemis I

La distanza massima che Orion raggiungerà dalla Luna durante la missione è di oltre 92.000 ...

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *