Ecco 15 dei migliori film horror per metterti nello spirito di Halloween, tutti disponibili per lo streaming in questo momento.

Non è facile realizzare una commedia horror come Un lupo mannaro americano a Londra, che esiste da quasi 40 anni.

David e Jack si perdono mentre viaggiano attraverso l’Inghilterra e vengono attaccati da un lupo mannaro.

Jack si è presentato per avvertire David che sta arrivando la luna piena e se non si uccide prima che arrivi, si trasformerà in un cane assetato di carne.

Il mago del trucco degli effetti speciali Rick Baker, che ha vinto un Oscar per il suo lavoro nel film, ha contribuito a bilanciare l’umorismo fragoroso con i veri terrori.

Aggiungi una colonna sonora killer e uno dei finali più soddisfacenti del cinema e avrai una commedia horror per secoli.

Il tipo di orrore che si trova nella parte posteriore del tuo cervello, in attesa di spaventarti di nuovo molto tempo dopo che i titoli di coda sono rotolati, è ciò che stiamo tutti andando all’Esposizione Universale.

Lo squalo è un film horror e Star Wars è un film di fantascienza.

Steven Soderbergh afferma di aver visto Lo squalo 28 volte solo al cinema.

La storia di un capo della polizia idrofobico che vive su un’isola che parte per mare all’inseguimento di un grande squalo bianco che sta uccidendo i suoi residenti e spaventando i turisti non invecchia mai.

La generazione TikTok è stata vittima di Bodies Bodies Bodies Bodies.

Inizia con una premessa molto vecchia, un gruppo di amici va in una casa isolata per una vacanza divertente, e fa emergere rapidamente gli orrori dell’online: nessun servizio cellulare, amici tossici.

Un anno dopo essere diventato un’icona horror istantanea con “quella scena” in Hereditary, Ari Aster ha applicato il suo approccio a combustione lenta a Midsommar, uno snervante viaggio di due ore e mezza in un immaginario festival estivo svedese che si svolge solo ogni 90 anni.

Quando un gruppo di studenti universitari americani, tra cui la coppia non così felice Dani e Christian, viene invitato a partecipare, quello che immaginano sarà un divertimento folkloristico si trasforma in qualcosa di molto più brutale e terrificante.

Più efficace sarà, meno saprai.

Sarebbe passato alla storia come un pioniere dell’horror per aver scritto e diretto questo film.

Anche se la parola zombi non viene mai pronunciata in La notte dei morti viventi, è chiaro al pubblico che questo è ciò che sono i suoi mostri semi-viventi.

La reputazione di Night of the Living Dead come un punto di svolta nel genere gli ha dato vita continua, con diversi sequel e persino alcuni remake.

È difficile per il pubblico discernere ciò che è reale e chi sta dicendo la verità quando crede che sia il suo stalker.

Nel corso della sua carriera, ha dimostrato che non c’è niente che non possa o non cercherà di fare per amore del cinema.

Il più grande film mai uscito dalla Germania è Nosferatu di W.

Murnau.

Una delle versioni più umane del leggendario succhiasangue, interpretata da Klaus Kinski, è stata creata da Herzog.

The Cabin in the Woods adotta un approccio meta con il suo materiale, trasformando quello che altrimenti potrebbe essere un film horror dai numeri in una versione immensamente intelligente del gruppo di attraenti ventenni che finiscono in una capanna nel mezzo.

The Cabin in the Woods è una lettera d’amore ai film dell’orrore e va in direzioni sorprendenti che non vedrai mai più.

Ci sono momenti in cui le persone accetteranno di non vedere mai un altro vampiro nella loro vita.

La lettera d’amore di Tom Holland all’età d’oro dei film dell’orrore e degli atleti schlock televisivi a tarda notte festeggia quest’anno il suo 35° anniversario.

Come Jerry Dandrige, il vampiro dagli occhi luminosi che ha un serio bisogno di una manicure che vive accanto a un adolescente, Fright Night non sembra invecchiare.

Si distingue ancora come una sottile commedia horror con il giusto equilibrio di entrambi i generi per renderlo seducente come Vampire Jerry sulla pista da ballo.

Il genere horror è tornato al suo apice nel 2002 con l’uscita di Cabin Fever di Eli Roth.

Alla fine del decennio, Ti West è stata in grado di ricreare quello spirito con La casa del diavolo, in cui una studentessa universitaria al verde accetta con riluttanza di fare da babysitter a un’anziana signora per alcune ore per pagarle l’affitto.

Sai che sta per succedere qualcosa, ma non sai cosa pensare.

Se questa è stata la tua prima esposizione al suo lavoro, dovresti immediatamente dare un’occhiata a tutti i suoi film precedenti, incluso The Host.

È un film horror con un messaggio sociale.

Il rapporto che si è costruito con Eli è molto più di una semplice fantasia di vendetta in questo slow burn svedese.

Il fatto che Eli sia un vampiro non è molto importante per la storia.

Come Nosferatu, Tomas Alfredson mette al primo posto la costruzione del personaggio e dipinge Eli con una sorta di tristezza che è ciò che la collega a Oskar.

Ci è voluto Leigh Whannell, l’uomo dietro Saw e i film Insidious, per dare una svolta femminista a questa storia ormai consunta.

You may also like

Crotone

Il progetto si propone di supportare i malati di Alzheimer e le loro famiglie nell’organizzazione ...

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *