La società ha dichiarato venerdì che Vince McMahon si è ritirato dal suo ruolo di CEO. Il capo delle relazioni con i talenti è indagato dal consiglio. La figlia di Vince McMahon ha assunto la carica di CEO ad interim. Vince McMahon si è ritirato dalle sue responsabilità di CEO e presidente con effetto immediato, poiché un comitato speciale del consiglio ha indagato sulla presunta cattiva condotta di McMahon e del capo delle relazioni con i talenti, John Laurinaitis. La figlia di McMahon, che è anche CEO e presidente ad interim dell’azienda, continuerà a supervisionare i contenuti creativi, ha affermato la società. McMahon ha detto che avrebbe fatto tutto il possibile per sostenere le indagini. Accetterò i risultati e l’esito dell’indagine. La revisione del consiglio è aiutata da un consulente legale esterno. La società e il consiglio lavoreranno con una terza parte per condurre una revisione completa del programma di conformità dell’azienda, della funzione delle risorse umane e della cultura generale. Il Wall Street Journal ha riferito mercoledì che il consiglio di amministrazione della World Wrestling Entertainment stava indagando sui pagamenti di McMahon a ex dipendenti donne che affermavano di essere state maltrattate da McMahon. Secondo The Journal, il consiglio ha ricevuto una soffiata che McMahon aveva una relazione con un’assistente legale donna e che le stava pagando 3 milioni di dollari. La relazione tra McMahon e l’ex paralegale era consensuale secondo un portavoce della WWE. A maggio, McMahon ha annunciato che avrebbe preso un congedo dalla maggior parte delle sue responsabilità presso l’azienda. Il consiglio ha nominato il suo amministratore delegato ad interim durante le indagini.