Sabato 18 giugno alle ore 17 presso la sala convegni della Banca di Pescia si terrà la presentazione del libro La Valdinievole nel piatto. La storia delle eccellenze enogastronomiche della Valdinievole è oggetto di una raccolta di saggi nel volume. Il libro si presenta in un fitto formato grafico grazie alla cura editoriale di Gaia Lavoratti, alla copertina del maestro d’arte Mario Maras, e alle fotografie a colori di Alessandro Sansoni. C’è un saggio sul pane di Altopascio nel volume dopo l’introduzione dei curatori. Il saggio di Giulio Bizzarri si limita al periodo medievale, sul paesaggio degli ulivi nel Montalbano, seguito da un’indagine sulla storia del vino nel paesaggio della Valdinievole. La storia che ha portato al recupero del fagiolo di Sorana, nonché del prodotto essenziale per l’economia e il sostentamento di questa valle, ovvero la farina di castagne, è ripercorsa da Francesca Rafanelli. Rossano Pazzagli ha indagato la storia del prodotto pesciatino per eccellenza, la cioncia, con particolare riferimento ai mercati zootecnici locali, primo fra tutti quello di Borgo a Buggiano. Questo progetto è iniziato con una cena-convegno all’Hotel Pescia e si è concluso con un libro. Ringraziamo gli enti locali, Banca di Pecia e Cascina, Unicoop Firenze, e tutte le aziende che ci hanno sostenuto finanziariamente nel volume. Il post Un libro sulle eccellenze enogastronomiche: La Valdinievole nel piatto è apparsa per prima.