Vi è stato un forte contrasto tra i partiti che sostengono il governo sui principi guida e sui criteri per l’ammodernamento degli strumenti di mappatura degli immobili e la revisione del catasto degli immobili, interni alla maggioranza. La riforma del catasto comporterà un aumento delle tasse sulle abitazioni. Sembra esserci una distanza tra il reddito potenziale e reale delle tasse sulla casa in Italia. C’è un “divario fiscale” tra il gettito fiscale teorico e quello effettivo, che secondo i dati dei calcoli del ministero dell’Economia vale 5,83 miliardi l’anno. Questo intervento in delega tributaria non è affatto menzionato nonostante l’Unione Europea chieda da tempo l’applicazione del tributo sulla prima casa. In tale contesto si inserisce l’articolo sei della delega fiscale, approvata dalla Commissione, che indica la disposizione degli strumenti a disposizione dei Comuni e dell’Agenzia delle Entrate per l’individuazione e la corretta classificazione di: Una mappatura che deve essere assegnata a ciascun reale unità immobiliare, oltre alla rendita catastale, anche il valore patrimoniale e una rendita attualizzata sulla base dei valori normali espressi dal mercato, oltre a prevedere meccanismi di adeguamento periodico del patrimonio e della rendita delle unità immobiliari urbane , in relazione alla modifica delle condizioni di mercato di riferimento e comunque non superiore al valore di mercato. La riforma del catasto si rende necessaria per aggiornare il quadro per renderlo sostenibile ed equo, facendo emergere l’evasione o l’elusione sia in materia di Irpef che di Imu. In Commissione Finanze, il governo ha dichiarato esplicitamente che se il testo proposto dal governo non fosse stato confermato, ci sarebbe stata una crisi. Colpisce come il governo di destra e quello dell’opposizione siano contrari a una delegazione che intende approvare una riforma necessaria e in un settore in cui l’evasione fiscale è rilevante. Evasori ed evasori fiscali sono difesi da Lega e Forza Italia. La riforma del catasto è inevitabile, avere strumenti innovativi e una mappa degli immobili in determinati tempi è una necessità. Le dichiarazioni sono state applaudite dai deputati di Lega e Forza Italia, che fino a un minuto prima gridavano ad aumenti delle tasse e attentati alla proprietà privata. Le tasse sulla casa aumenteranno secondo l’articolo Riforma catastale.