La giuria nel caso di diffamazione di Sandy Hook ha ritenuto Alex Jones colpevole di diffamazione della scuola e gli ha ordinato di pagare oltre quaranta milioni di dollari di danni. Il venditore ambulante di teorie del complotto ha usato il suo spettacolo per fare affermazioni false e infondate secondo cui la sparatoria di massa della scuola elementare Sandy Hook era una bufala. I genitori di un bambino morto nel massacro della scuola hanno citato in giudizio Jones per diffamazione, chiedendo un risarcimento di 150 milioni di dollari. Il processo in Texas fa parte di tre casi simili contro Jones per le sue affermazioni sul massacro di Sandy Hook. Jones ha detto che era irresponsabile pensare che la sparatoria di massa fosse reale. L’avvocato dei genitori di Sandy Hook ha presentato un segmento dello spettacolo di Jones che ha fatto false affermazioni su un giudice. Jones ha chiamato i colletti blu della giuria e ha detto che non sanno su quale pianeta si trovano. La difesa ha inviato accidentalmente l’intera cronologia dei messaggi di testo del telefono di Jones a Bankston, cosa che ha sorpreso Jones. Lo sapevi che i tuoi avvocati hanno fatto un pasticcio e mi hanno inviato la cronologia degli SMS del tuo cellulare 12 giorni fa? Ha detto che qualsiasi importo superiore a $ 2 milioni li avrebbe affondati. Jones ha detto che a un certo punto il suo spettacolo stava guadagnando $ 800.000 al giorno. In questo processo, Heslin e Lewis chiedevano un risarcimento di 150 milioni di dollari non solo per i danni emotivi causati da false affermazioni secondo cui il massacro era un attacco sotto falsa bandiera progettato per incoraggiare leggi più severe sul controllo delle armi, ma anche per minacce di morte fatte da persone che credono nel screditata teoria del complotto. Secondo il Washington Post, Heslin ha dichiarato in tribunale che gli ultimi nove anni e mezzo sono stati i peggiori della sua vita. Al centro del processo per diffamazione c’erano i commenti fatti da Heslin in un’intervista televisiva con Megyn Kelly e il modo in cui InfoWars interpretava le sue dichiarazioni per adattarsi alla propria narrativa. Heslin ha detto di aver tenuto suo figlio con un foro di proiettile nella testa. Owen Shroyer ha affermato che non era possibile per lui aver cullato suo figlio dopo la messa in onda dell’intervista. Pizzagate, l’idea fasulla che una pizzeria di Washington, DC fosse coinvolta in un giro di traffico sessuale di bambini patrocinato da democratici di alto rango, era una delle teorie del complotto spinte da Jones. Il concetto di un’operazione false flag è un tema ricorrente delle affermazioni di Jones. Ci sono state 27 persone uccise nel massacro di Sandy Hook. L’affermazione che Sandy Hook fosse una bufala è la più famigerata delle teorie del complotto estremo. A un certo punto, Jones ha sostenuto che il massacro era un’operazione sotto falsa bandiera dell’amministrazione Obama per causare leggi più severe sulle armi. Jones ha detto il giorno del massacro che pensava che fosse inscenato. Jones iniziò a mettere in discussione la legittimità dei genitori. Il documento era la prova di una cospirazione, secondo Jones. Molti dei genitori sono scoppiati in lacrime quando sono stati intervistati dai media dopo che Jones ha affermato che stavano ridendo. Nel caso di diffamazione di Jones, le dichiarazioni fatte domenica sera con Megyn Kelly sono importanti. Perché i genitori di Sandy Hook ricevono minacce di morte? Diversi genitori di bambini uccisi nel massacro di Sandy Hook hanno riferito di aver ricevuto abusi e minacce di morte da persone che si credono attori. Heslin ha detto in tribunale che Alex ha acceso la fiamma che ha appiccato l’incendio. Una donna di 57 anni è stata incarcerata per aver inviato un messaggio a un genitore in lutto che diceva: “Morirai, la morte sta arrivando da te”. Un uomo è stato incarcerato per essersi avvicinato alla sorella di un insegnante che è stata uccisa nel massacro di Sandy Hook e per aver rilasciato false dichiarazioni sull’evento. Pozner ha vinto una causa per diffamazione contro Jones l’anno scorso. Mark Bankston, l’avvocato di Heslin e Lewis, ha detto alla giuria che devono pagare per le bugie che raccontano.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *