Un importante aumento del numero di clienti e del pieno che per la prima volta nel recente passato è sceso al di sotto del prezzo della Slovenia. Ieri ha segnato il debutto in Friuli Venezia Giulia del super sconto regionale sui carburanti, che va ad aggiungersi a quello nazionale voluto dal governo. La Regione guidata da Massimiliano Fedriga prevede uno sconto di 29 cent sulla benzina e di 20 cent sul gasolio per le zone 1 e 2 e di 22 cent su benzina e gasolio per la fascia 2. Il governo ha imposto un prezzo di 1.503 al litro per la benzina e 1.541 per il diesel. I gestori degli stabilimenti di Trieste hanno registrato già ieri un aumento dell’offerta e più di una persona ha parlato di un ritorno ai vecchi tempi, con clienti che non si vedevano da mesi. Diciamo che è una buona idea tutelare i consumatori ma anche gli operatori che risentono della vicinanza al confine. Renato Perosa è un assiduo del benzina in Italia grazie alla tessera punti, ma non era un turista a tutto tondo: “Non ero un turista a tutto tondo, l’ho fatto quando sono andato oltre confine per altre spese, ma sono sicuramente contento con questo sconto”. Il distributore è vicino a casa e il prezzo è buono anche in Italia, quindi Marian è una di quelle che ha utilizzato distributori oltre confine per risparmiare sui costi pieni. Filippo dice che lo sconto è giusto perché impedisce alle persone di attraversare il confine per fare acquisti. Carlo Scabar preferì fare il pieno in Italia piuttosto che nella vicina Repubblica. Il super sconto è comunque una buona idea. Molte persone che vanno a fare benzina e finiscono per fare altri acquisti restano in Italia, e questo è un bene. Paga il prezzo intero, che è di 1,7 euro per benzina e diesel a seconda dell’operatore.