I gruppi consiliari di Movimento 5 stelle, Lega e Per buona politica hanno espresso il loro disappunto per il comportamento dell’assessore alle politiche sanitarie di Lugo. È a lei che in questi mesi si è rivolto l’interrogatorio congiunto di tutti i gruppi minoritari, chiedendo gli interventi concreti dell’amministrazione comunale volti alla riapertura della casa natale dell’ospedale Umberto I di Lugo oltre che per il futuro. Afferma inoltre che “l’Amministrazione intende comunque proseguire nella linea politica fin qui espressa, perseguendo le istanze della comunità che rappresenta, mantenendo una posizione stimolante e richiesta anche sul Luogo natale, con una visione d’insieme delle prestazioni sanitarie erogate , che non possono essere del tutto estranei a valutazioni del numero di utenti o alla possibilità di trattenere o reperire personale medico adeguato per il servizio”, citando il nuovo pronto soccorso, l’assistenza medica di base e la comunità domiciliare per il comfort. Nell’interrogatorio congiunto di noi rappresentanti della minoranza, ci siamo chiesti quali azioni intendesse intraprendere l’assessore alle Politiche sanitarie in riferimento all’impegno già preso nell’ottobre 2020, sulla riapertura dell’ospedale. Il capogruppo civico è infastidito dall’assenza dell’assessore in Consiglio durante la quale si potrebbero avanzare eventuali chiarimenti. I gruppi consiliari non sono per niente soddisfatti, e poco conta nella risposta, afferma una nota del direttore.

You may also like

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.