Il Museo MARCA di Catanzaro ospiterà la mostra “Atlanti di Babele” dell’artista Massimo Sirelli. Gli “Atlanti di Babele” sono il risultato di viaggi, recuperi, assemblaggi, creazioni e narrazioni realizzati nella città di Catanzaro da Massimo Sirelli, che è direttore artistico e creativo. Sono libri d’artista realizzati a mano in cui cartotecnica, tessitura, collage, frottage e altre lavorazioni artistiche e artigianali hanno dato vita ad oggetti unici a forma di leporello, ovvero libri composti da un’unica striscia di carta ripiegata su se stessa, come un tipo di ventilatore o fisarmonica. Tutti gli “Atlanti di Babele” sono realizzati con materiale recuperato per strada, nelle botteghe artigiane, di fronte al mare, durante incontri fortuiti: stoffe, espositori, giornali, carta del mercato, carta da regalo della frutta, spago usato dai pescatori e altro ancora. Gli “Atlanti di Babele” è un progetto dell’Associazione Culturale La Luna al Guinzaglio di Potenza e LUNA – Museo OfficinaO Barranti di Potenza, che vede la luce in contemporanea. La mostra al Museo MARCA di Catanzaro sarà aperta dal 18 al 28 marzo, con laboratori a beneficio degli studenti. La prima Biblioteca Errante, che raccoglierà tutti i volumi prodotti, avrà sede a Potenza, dove convergeranno gli Atlanti. La Biblioteca in giro per l’Italia avrà una fase di circolazione. La Biblioteca Errante si arricchirà di nuovi Atlanti di Babele, frutto dei processi creativi nati nei luoghi ospitanti. Sirelli è un artista in Italia. Attraverso la prospettiva della strada impara a filtrare i linguaggi metropolitani: scritte, pubblicità, arredo urbano, trasporti pubblici e rifiuti, tutto diventa per lui un ambiente di ricerca e sperimentazione. Dopo essersi diplomato nel 2003 allo IED di Torino nel dipartimento di Digital e Virtual Design, ha collaborato per alcuni anni come libero professionista con diverse agenzie di comunicazione, occupandosi di noti brand nazionali ed internazionali. Dopo l’apertura dello studio creativo Dimomedia, i suoi lavori iniziano ad essere pubblicati in alcuni dei libri di grafica e web design più importanti al mondo. Il progetto AdottaunRobot.com è la prima Pet Robot Adoption House al mondo. Piccoli robot orfani trovano il loro cuore e la loro anima attraverso il lavoro e la ricerca dell’artista, che li assembla e cerca di dare loro una nuova famiglia. Ha creato una capsule in edizione limitata per Jadise, uno dei noti marchi di moda e prodotti.